BIO

Panigacci : buoni e antichi


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

A Podenzana nel comune di Massa Carrara (MS) si può gustare in uno dei numerosi ristoranti tipici un prodotto gastronomico figlio della storia di quelle terre, Il panigaccio. Si tratta di un tipo di pane non lievitato di forma tondeggiante cotto in stampi di terracotta (detti testi) che vengono prima scaldati fino ad essere roventi sulla fiamma viva del camino ; quando si è raggiunta la giusta temperatura che si determina tramite il colore della terracotta, i testi si tolgono dal focolare e si riempiono con una pastella formata da acqua, farina e sale; i testi riempiti si sovrappongono in modo da creare una pila, e si lasciano in questa posizione per alcuni minuti. A cottura avvenuta si sistemano i panigacci in cesti di vimini tipicamente intrecciati a mano.

Farina BIO

La farina ottenuta da coltivazioni biologiche ben si presta a questo prodotto conferendogli un valore aggiunto e riportando la degustazione a sapori antichi. Con questa tipologia di cottura i panigacci cuociono in pochissimi minuti ad altissima temperatura e sono perfettamente digeribili. Si consumano tiepidi con salumi e formaggi oppure si possono ricuocere in acqua bollente e condire con ragù di carne o con pesto.

Le Origini del Panigaccio

Le origini di questo prodotto sono molto probabilmente di epoca romana e si devono alla diffusione di una polentina di farina di grano cotta a pietra lungo le zone adiacenti alla via Francigena. Il nome panigaccio lo si deve alla contrapposizione con il pane tipicamente lievitato che si produceva in epoca medioevale. Da notare che a Podenzana anche i testi vengono prodotti come un tempo con la terra tipica di quella zona.