Natura / News

Federparchi a Bruxelles per lanciare “Mediterre 2012”


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

Al via la settima edizione della Fiera dei parchi naturali euro-mediterranei

Lunedì 10 ottobre, da Bruxelles, è stato ufficialmente lanciato “Mediterre 2012”: l’appuntamento è dal 29 gennaio al 5 febbraio, quando la manifestazione, promossa dalla Regione Puglia e Federparchi – Europarc Italia, aprirà la settima edizione della manifestazione, che si terrà a Bari con una formula itinerante, dedicata alla biodiversità, alla green economy e ai cambiamenti climatici.

Nella sede della Regione Puglia in Belgio sono intervenuti il presidente di Federparchi, Giampiero Sammuri, l’assessore alla Qualità dell’Ambiente, Lorenzo Nicastro, il parlamentare europeo Vittorio Prodi, membro della Commissione Parlamentare per l’ambiente, la sanità e la sicurezza alimentare.

Il presidente della Federazione italiana dei parchi e delle riserve naturali, fresco di nomina nel consiglio di Europarc, ha sottolineato «l’importanza di mettere in rete le aree protette del Mediterraneo con progetti di cooperazione finalizzati alla tutela della biodiversità e del lavoro della Comunità europea, Federparchi e tutta l’area del Mediterraneo per lo sviluppo di una realtà sostenibile che soddisfi i bisogni del presente senza mettere in pericolo le risorse per le generazioni future».

L’assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia ha approfondito le motivazioni di un impegno che abbraccia più interlocutori, da quelli regionali a quelli europei passando per le associazioni ambientaliste che svolgono un ruolo fondamentale nella formazione e informazione sulle politiche ambientali e socio-economiche delle otto giornate dedicate ai workshop, seminari e convegni improntati alla pratica sostenibile.

Il parlamentare europeo Vittorio Prodi, membro della Commissione Parlamentare per l’ambiente, la sanità e la sicurezza alimentare, ha parlato come voce a favore del progetto “Desertec” per avviare centrali solari a concentrazione e produrre energia da fonti rinnovabili (energia solare soprattutto) dal Sahara e dal Medio Oriente, per utilizzare il calore prodotto per la dissalazione dei mari e recuperare un bene prezioso per la sopravvivenza.

Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre si svolgerà “Aspettando Mediterre 2012” nei parchi nazionali del Gargano e dell’Alta Murgia: sono previste attività culturali e informative per approfondire i temi della conservazione e valorizzazione delle aree protette e di tutti i territori che sono in debito ecologico.

“Mediterre 2012” aprirà una valutazione più tecnica dei processi ambientali nella sessione plenaria dell’Assemblea euromediterranea degli enti locali e regionali (Arlem, Assemblea regionale e locale euro-mediterranea, organizzata direttamente dal Comitato delle Regioni che ha sede a Bruxelles), composta da 43 membri europei e 43 membri provenienti dai vari stati che si affacciano sul Mediterraneo.