Natura

Calamari giganti: paralizzati dalle trivellazioni


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

Sembra sia stato accertato che le trivellazioni della crosta terrestre nelle profondità dell’oceano necessarie per il posizionamento di anuove piattaforme petrolifere, possano causare la paralisi nei calamari giganti.

Questo blocco delle loro capacità sensoriali e relativo disorientamento li porterebbe a spiaggiarsi e quindi morire come è successo nel 2009 in California senza che ne fossero state accertate le cause.

Ad oggi sembra che le frequenze emesse dalle trivelle siano le colpevoli.

L’esperimento condotto dall’università della Catalogna ha sottoposto alcune cavie di calamaro a frequenze del tutto simili ha ottenuto lo stesso devastante risultato.

Considerazioni

Purtroppo l’intervento dell’uomo nella natura non è mai “integrato” e sostenibile ma ha sempre più spesso impatti cruenti ed irrimediabili. Questo conferma ancora una volta che l’approvvigionamento di idrocarburi dal sottosuolo è una soluzione obsoleta (anche se ad oggi una delle fonti principali) che sarebbe necessario sostituire.

Una considerazione da tener presente ogni qualvolta si sceglie un processo produttivo va fatta in merito alle conseguenze relative ed alle scorie produttive ; in entrambi i casi la trivellazione, la raffinazione, il consumo con inquinamento etc. non sono più conseguenze accettabili.