Neve

Sci Alpino : nuovi risultati giovani FISI Alpi occidentali


Costanza Oleggini ed Elena Re sul podio del primo gigante FIS-NJR della stagione a Bormio

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

Costanza Oleggini ed Elena Re sul podio del primo gigante FIS-NJR della stagione a Bormio

Ottimi risultati per le atlete piemontesi oggi a Bormio, nel Gigante che ha aperto il calendario italiano delle gare FIS-NJR. In campo femminile il Comitato FISI Alpi Occidentali è salito sul podio con due sciatrici dello Ski College Limone: Costanza Oleggini ed Elena Re, rispettivamente seconda e terza. Costanza, atleta classe 1995, è giunta a soli 2/100 dalla vincitrice, la lecchese Roberta Melesi. Peccato per la seconda manche, dove ha dilapidato il vantaggio di 37/100 che aveva sull’avversaria lombarda. La diciannovenne Elena Re è invece giunta terza, a 47/100 dalla Melesi: anche lei può recriminare perché nella prima frazione aveva sopravanzato l’atleta di Lecco per 20/100. Nelle prime 30 si sono classificate molte altre piemontesi: sesta Stefania Nerillo (CUS Torino), ottava Claudia Baruzzo (Pragelato), undicesima Valeria Poncet (CUS Torino), tredicesima Alessia Alario (Ski College Limone), sedicesima Chiara Guglielmina (CUS Torino), diciassettesima Silvia Baruzzo (Pragelato). Sono uscite rispettivamente nella prima e nella seconda manche le atlete dello Ski College Limone Benedetta Guastavino e Clelia Bagnasacco. In campo maschile successo del lombardo Tommaso Sala davanti a Norman Cerini e Nicola Ottelli, con Andrea Squassino (Mondolè Ski Team) 21° e migliore dei piemontesi. Alessandro Grosso (CUS Torino) è giunto 22°, Paolo Bonardo (Ski College Limone) 27°. Le gare di Bormio proseguono con un altro Gigante e due Slalom sino a domenica 25 novembre, con l’organizzazione curata dallo Sci Club Alta Valtellina Alpin Ski. Le competizioni valtellinesi sono intitolate al Circuito “CancroPrimo Aiuto” valevole come 18° Memorial Walter Fontana.

IL COMMENTO TECNICO AL PRIMO GIGANTE FIS-NJR DI BORMIO

MODELLO SCI

VALUTAZIONE Neveclub

PREZZO

Sci FISCHER - RC4 The Curv Ti AR - 2017★★★★Prezzo Amazon
Scarpe LA SPORTIVA Uomo - Sneakers★★★★Prezzo Amazon
Scarpe Salomon Speedcross 4 per Trail Running Uomo★★★★

Prezzo Amazon
The North Face Bones, Berretto Uomo, Nero/TNF Nero, Taglia unica ★★★

Prezzo Amazon
Cressi Cernia Giacca in Neoprene - Pesca Sub★★★

Prezzo Amazon

 “Costanza Oleggini ha dimostrato di essere quella che, al momento, si esprime meglio in gara. – commenta con soddisfazione Fabrizio Martin, allenatore della squadra femminile del Comitato Alpi Occidentali – Mi ha favorevolmente impressionato anche Elena Re, mentre Nerillo, Bagnasacco e Guastavino, alla luce di quanto fatto vedere in allenamento, potevano fare meglio, anche se hanno avuto un po’ di sfortuna. Siamo però in una fase di passaggio tra la rifinitura della preparazione e l’inizio vero e proprio della stagione agonistica: le ragazze hanno tutto il tempo per recuperare e adattarsi ai nuovi sci da Gigante con le misure imposte dalla FIS”. “Le nostre atlete di punta gareggiano con sci da 188 centimetri con 30 metri di raggio di curva. – precisa Martin – Le gare e gli allenamenti di questa settimana a Bormio sono molto utili per capire il comportamento dei nuovi attrezzi sulla neve artificiale. Nella seconda manche, con una tracciatura più irregolare, i nuovi sci hanno creato alle atlete qualche problema di adattamento, peraltro superabile con l’allenamento e l’abitudine alla competizione”.

 

SCI ALPINO, PRIMO SUCCESSO DEL GRUPPO “FUTURFISI”: BARUFFALDI SI IMPONE NEL GIGANTE FIS DI DAVOS. GUALAZZI BUON 18°. CERBO ANCORA BENE NEL SECONDO SUPER-G FIS DI HEMSEDAL

Dopo i due secondi posti conquistati dalla cuneese Marta Bassino e dall’altoatesina Anna Hofer, un’altra giornata storica per il gruppo “FuturFISI” della Nazionale italiana di sci alpino, che ha festeggiato nel Gigante maschile FIS di Davos (Svizzera) il primo successo in una competizione ufficiale. Il merito è di Stefano Baruffaldi, ventenne lecchese di Dervio, il quale si è imposto dopo due manches battagliate davanti ad un altro azzurro, l’altoatesino Michael Eisath, fratello di Florian, atleta della squadra azzurra di Coppa del Mondo. Buon 18° il bergamasco Michele Gualazzi, cresciuto agonisticamente nelle fila dello Ski College Limone e del Comitato Alpi Occidentali. Domani è in programma sulla stessa pista un altro Gigante FIS. Prosegue invece il “momentaccio” della squadra azzurra di Coppa Europa a Levi: nel Gigante disputato oggi il migliore italiano è stato il Carabiniere altoatesino Hagen Patscheider, 33°. Sia nel Gigante di ieri che in quello odierno il cuneese Antonio Fantino (in recupero dopo alcuni problemi al ginocchio già infortunato e operato in passato) non si è qualificato per la seconda manche. Rimanendo in terra scandinava, da segnalare che Nicolò Cerbo, atleta diciottenne aggregato alla squadra del Comitato FISI Alpi Occidentali, è stato ancora una volta il migliore degli italiani nel Super-G FIS disputato ieri a Hemsedal, in Norvegia: il portacolori dello Ski College Limone è giunto 22° nella gara vinta dallo svedese Daniel Ericsson.