Neve

Sci Alpino, Super G Kitzbuehel : Christof Innerhofer …un campione !


Cattivo al punto giusto, preciso nelle linee, aggressivo sul difficilissimo tracciato disegnato dal francese Patrice Morisod, Christof Innerhofer risponde da campione alla penalizzazione inflittagli giovedì dalla giuria durante le prove della discesa che lo farà partire col pettorale 45 nella gara di sabato sulla Streif di Kitzbuehel

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

Christof Innerhofer risponde da campione alla penalizzazione inflittagli giovedì dalla giuria durante le prove della discesa che lo farà partire col pettorale 45 nella gara di sabato sulla Streif di Kitzbuehel e coglie un fantastico terzo posto nel supergigante che ha aperto la tre giorni di gare sulla storica pista austriaca. Il terzo podio delal stagione arriva dopo i successi di Beaver Creek e Wengen in discesa ne certifica l’assoluto stato di forma raggiunto nelle ultime settimane dal campione di Gais, che fanno dimenticare, almeno in parte, i recenti guai alla schiena.

Cattivo al punto giusto, preciso nelle linee, aggressivo sul difficilissimo tracciato disegnato dal francese Patrice Morisod, Innerhofer è stato preceduto di 40 centesimi solamente da un supercampione come Aksel Lund Svindal, al ventesimo trionfo della carriera (terzo stagionale nella specialità dopo Val Gardena e Lake Louise) grazie al quale avvicina in classifica generale il leader Marcel Hirscher, mentre al secodno posto si è issato l’austriaco Matthias Mayer con un distacco di 13 centesimi.

La grande giornata dell‘Italia nella velocità è stata ancora una volta confermata dai risultati complessivi degli uomini diretti da Gianluca Rulfi, che piazzano al settimo posto Peter Fill, al decimo Siegmar Klotz e al diciassettesimo Werner Heel, mentre Matteo Marsaglia e Dominik Paris sono usciti di pista. Con questo terzo posto, la squadra azzurra tocca 4 podi stagionali in altrettante gare disputate in supergigante, un ruolino di marica fantastico.

In classifica generale Hirscher rimane a quota 935 punti, seguito da Svindal con 847 e Ligety con 736. Manfred Moelgg perde una posizione e scivola al sesto posto con 477, mentre Innerhfoer entra nella top ten, al decimo posto con 385 punti.

MODELLO SCI

VALUTAZIONE Neveclub

PREZZO

Sci FISCHER - RC4 The Curv Ti AR - 2017★★★★Prezzo Amazon
Scarpe LA SPORTIVA Uomo - Sneakers★★★★Prezzo Amazon
Scarpe Salomon Speedcross 4 per Trail Running Uomo★★★★

Prezzo Amazon
The North Face Bones, Berretto Uomo, Nero/TNF Nero, Taglia unica ★★★

Prezzo Amazon
Cressi Cernia Giacca in Neoprene - Pesca Sub★★★

Prezzo Amazon

Ordine d’arrivo SG maschile Kitzbuehel (Aut):
1 SVINDAL Aksel Lund  1982  NOR   1:14.48
2 MAYER Matthias  1990  AUT   1:14.61
 3 INNERHOFER Christof  1984  ITA   1:14.88  
4 JANSRUD Kjetil  1985  NOR   1:15.12
5 GUAY Erik  1981  CAN   1:15.18
6 LIGETY Ted  1984  USA   1:15.31
7 CLAREY Johan  1981  FRA   1:15.46
7 THEAUX Adrien  1984  FRA   1:15.46
 7 FILL Peter  1982  ITA   1:15.46
10 KLOTZ Siegmar  1987  ITA   1:15.52  

11 STREITBERGER Georg  1981  AUT   1:15.53
12 BAUMANN Romed  1986  AUT   1:15.54
13 PINTURAULT Alexis  1991  FRA   1:15.56
14 REICHELT Hannes  1980  AUT   1:15.57
15 HUDEC Jan  1981  CAN   1:15.65
16 KROELL Klaus  1980  AUT   1:15.68
 17 HEEL Werner  1982  ITA   1:15.89 

 

Dichiarazione post gara in merito alla penalizzazione inflitta dai giudici FIS :

“Rispetto la decisione della giuria di farmi partire con il numero 45 ma non la condivido – spiega il quasi ventinovenne campione di Gais -, io mi sono semplicemente rimesso in marcia durante la prova in discesa perchè ho avuto l’ok da parte del giudice di porta. E’ una pagina passata, preferisco pensare al presente e oggi ho disputato una grande gara, aggressivo e concentrato soprattutto nella parte finale, dove bisognava cambiare marcia e rpendere tanti rischi per salire sul podio. In questi giorni mi sento bene fisicamente, la schiena non mi dà fastidio più di tanto, per cui riesco a divertirmi come vorrei, Il terzo posto è un bel carico di fiducia in vista del supergigante dei Mondiali”.