News / Sport / Vacanze neve

CIMONE, dopo Natale aprono tutti i raccordi tra le piste del comprensorio.


Dopo Natale tutti i raccordi tra le piste del Cimone saranno percorribili, si potrà contare sul comprensorio sciistico al completo.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

Entro il 26 dicembre sarà percorribile anche il raccordo tra le piste di Passo del Lupo e quelle delle Polle e attivo il servizio skibus da Pian del Falco a Passo del Lupo


Sono sei i chilometri di piste agibili. Ad essere già aperte sono la 7 fontane ed il campo scuola Pollicino alle Polle e la sud Beccadella, la Colombaccio ed il campo scuola Betulla a Passo del Lupo. Da sabato inoltre aprirà la seggiovia di collegamento da Sestola a Pian del Falco e sarà attivo il servizio skibus da Pian del Falco a Passo del Lupo. Non è tutto: nella località Pian del Falco aprirà infatti la sciovia Camposcuola. L’obiettivo, condizioni meteo permettendo,  è quello di arrivare ad una sciabilità del 70 per cento delle piste del comprensorio entro la prossima settimana.

“La priorità adesso – commenta Marco Bonucchi, presidente del Consorzio Cimone – è quella di rendere percorribile il raccordo tra le Polle e Passo del Lupo, cosa che sarà sicuramente possibile entro il 26 dicembre, il giorno di Santo Stefano. Lo stesso discorso vale per i raccordi che collegano sia il Cimoncino che Montecreto a Passo del Lupo: se le condizioni meteo lo permetteranno, ovvero se ci sarà abbastanza freddo, questi tratti verranno aperti nel giro di pochi giorni”.

“Stiamo lavorando giorno e notte continuando a produrre neve – aggiunge il presidente Bonucchi – per arrivare all’apertura di tutto il carosello di piste del comprensorio nel minor tempo possibile e garantire agli sciatori un servizio  sempre efficiente. Tra le altre cose il parcheggio in quota sia a Passo del Lupo che alle Polle sarà gratuito fino a fine anno. La speranza – conclude – è che le temperature continuino a mantenersi su valori sufficientemente bassi per far funzionare a pieno regime gli impianti di innevamento”.