Camping

Camping in Sardegna 2020 : Isola COVID Free


I camping in Sardegna tornano ad attendere i turisti italiani e stranieri. L'estate in SARDEGNA è COVID Free


Con grande difficoltà ma con ottimismo il settore turistico del camping sardo affronta la stagione estiva legata al CORONAVIRUS. La stagione inizia con la Sardegna COVID Free e la speranza che si salvi almeno il 20% del fatturato stagionale, circa 45milioni, questi i dati che arrivano dalla FederCamping Sardegna (Faita) per un settore che rappresenta la prima forza del settore extra-alberghiero, la seconda in assoluto per posti letto nell’Isola dopo gli alberghi.

“Ripartiamo subito come Isola Covid-free, offrendo enormi spazi, aria sana, prodotti genuini e una vacanza a impatto zero, come solo la Sardegna può fare. Questo oggi è il miglior biglietto da visita per i turisti. Ma facciamolo subito – afferma il presidente di Faita Sardegna Nicola Napolitano – Il turismo open air è ad un bivio”.

Faita fa notare l’importanza di rendere disponibili i tamponi a tutti, in modo da poter garantire continuità alla situazione COVID Free in Sardegna.

Le spiagge ed il mare della Sardegna non hanno bisogno di presentazioni, anche l’entroterra offre paesaggi unici e la possibilità di attività Outdoor di ogni genere. Oltre alle esperienze sportive in mare o in terra, non dobbiamo dimenticare le esperienze culinarie che si possono incontrare nei numerosi piatti tipici sardi.

La difficoltà è quella di ritrovare la sicurezza negli spostamenti e nelle vacanze, ma la garanzia di un’isola senza CORONAVIRUS stà iniziando a richiamare nuovamente i turisti con le prenotazioni da giugno a settembre 2020.

Il camping garantisce esperienze uniche per vivere a contatto con l’aria aperta, ad esempio il campeggio sull’Isola dei Gabbiani vi permette di vivere la vostra vacanza in un paradiso naturale immersi nel mare turchese della Costa Smeralda.

 

 





di Team di Naturaestrema.it 4 Giugno 2020