Gli avvocati di Gwyneth Paltrow chiamano esperti scientifici a testimoniare nel processo per un incidente di sci nello Utah

Gli sciatori potrebbero aver notato i cartelli “Conosci il codice” nelle località di montagna di tutto il paese. Significano universale Codice di comportamento Questo vale per coloro che praticano sport sulla neve intrinsecamente pericolosi che spesso comportano viaggi ad alta velocità su piste affollate.

Ma se effettivamente capiscono il codice è un’altra questione. Per coloro che non hanno familiarità con lo sci e lo snowboard, questo potrebbe essere qualcosa di cui non hanno mai sentito parlare.

Risulta essere l’attrice Gwyneth Paltrow Il tanto pubblicizzato crash test sugli sci Trasmesso in diretta dall’aula di tribunale. L’attore diventato influencer dello stile di vita è accusato di essersi imbattuto in un compagno di sciatore durante un viaggio di famiglia nel 2016 al Deer Valley Resort nello Utah. Il processo contro le celebrità dovrebbe continuare il sesto giorno e concludersi giovedì.

Per una settimana, un’indagine sulle regole non dette che regolano il comportamento sulle piste ha acceso i riflettori. La testimonianza ha ripetutamente toccato l’etichetta dello sciatore, in particolare la condivisione delle informazioni di contatto dopo una collisione e il raggio di curva degli sci, nella prova di collisione con gli sci di più alto profilo della storia recente.

Ora ci sono centinaia di casi relativi al codice fuori dai riflettori. La maggior parte dei casi viene risolta prima di andare in giudizio.

Durante il processo di Paltrow, la parola “in salita” è diventata sinonimo di “colpevole”, poiché i pubblici ministeri si sono concentrati su uno dei principi chiave del codice: uno sciatore che è in discesa o davanti a un pendio ha la precedenza.


L’optometrista in pensione che ha citato in giudizio Gwyneth Paltrow ha testimoniato all’udienza di Ski Collision

Invece di concentrarsi esclusivamente sulla questione di chi è stato colpito, i pubblici ministeri hanno interrogato quasi tutti i testimoni, dagli istruttori di sci privati ​​di Paltrow ai medici dell’accusa di Paltrow, quale sciatore era a valle durante la collisione.

Dopo aver inizialmente citato in giudizio Paltrow per $ 3,1 milioni, l’optometrista in pensione Terry Sanderson ora ha fatto causa per almeno $ 300.000 di danni. Paltrow ha risposto con $ 1 e spese legali, dicendo che Sanderson l’ha investita.

In tribunale, gli avvocati di entrambe le parti ripetono la parola “in discesa” per cercare di convincere la giuria che il loro cliente ha la precedenza.

La questione è diventata un punto focale del processo poiché entrambe le parti chiamano familiari, amici e medici a testimoniare a Park City, l’elegante località turistica delle Montagne Rocciose che attira folle di celebrità ogni anno per il Sundance Film Festival.

La posizione della Paltrow nell’inclinazione è cruciale per la questione dei suoi figli adolescenti: il sedicenne Moses e il diciottenne Apple Martin.

Nelle dichiarazioni lette dagli avvocati in tribunale martedì, entrambi i bambini hanno testimoniato di non aver visto il momento dell’incidente. Prima che ciò accadesse, Moses Martin disse di aver visto un uomo alzare lo sguardo da sua madre”.

“Ho seguito il mio istruttore ma non sapevo cosa stesse succedendo”, ha detto Moses Martin, che all’epoca aveva nove anni.

Il suo istruttore ha detto di non aver visto il momento dell’incidente, ma in seguito si è avvicinata a Paltrow e Sanderson.

Apple Martin, allora 11enne, ha ricordato che sua madre era “sotto shock” dopo lo scontro e che aveva usato un ordigno esplosivo per dire che un uomo che era scappato l’aveva aggredita.

Per supportare la versione degli eventi di Paltrow, specialmente quando era a terra quando si è verificato l’incidente, il suo team di sicurezza ha assunto artisti per fornire animazioni migliorate.

Il dottor Irving Sher mostra una simulazione di incidente durante il processo civile di Gwyneth Paltrow contro un altro sciatore presso il tribunale distrettuale di Park City il 28 marzo 2023 a Park City, Utah.

/ Immagini Getty


Senza riprese video incluse come prova, i ricordi del compagno di sci di Sanderson, che afferma di essere l’unico testimone oculare, sono diventati un punto critico per la squadra di Paltrow. Oltre a condividere le animazioni, il team di Paltrow ha minato la testimonianza dell’uomo chiamando esperti che sostenevano che Paltrow fosse a terra.

Nonostante l’obiezione degli avvocati di Sanderson, il tribunale ha consentito alla squadra di Paltrow di riprodurre tre delle sette animazioni ad alta risoluzione su un proiettore tra i testimoni e il banco della giuria, mostrando i pioppi tremuli di Deer Valley, i cappotti da sci dei bambini e la neve battuta. Sanderson e Paltrow schiantano la corsa di apertura.

Irving Sher, un ingegnere biomeccanico assunto dal team di difesa di Paltrow, ha disegnato figure stilizzate e grafici a linee su una lavagna e ha scritto equazioni che calcolavano forza e coppia per sostenere che la scienza supportava l’account di Paltrow.

“La versione degli eventi della signora Paltrow è coerente con le leggi della fisica”, ha testimoniato Sher martedì.

Il dottor Irving Sher testimonia nel processo civile di Gwyneth Paltrow dopo che si è scontrata con un altro sciatore nel tribunale distrettuale di Park City il 28 marzo 2023 a Park City, nello Utah.

Belle foto


In una scena altrettanto drammatica la scorsa settimana, gli avvocati di Sanderson hanno tentato, ma non sono riusciti, di coinvolgere Paltrow in una rievocazione degli eventi quando il giudice ha messo il kibosh su di esso.

Mentre ci sono lievi differenze nelle leggi statali sulla ricerca dei guasti, “in tribunale diventa una questione di chi ne uscirà vincitore”, ha detto Jim Challett, un avvocato di Denver che ha intentato causa in Utah e Colorado.

“È quasi sempre lo sciatore in salita che è in grado di cadere”, ha detto Salat. “Stai sciando troppo velocemente per le tue capacità e se non riesci a scolpire una curva, se colpisci qualcuno, finirai nei guai.”

Tuttavia, gli incidenti tra sciatori sono rari. La maggior parte degli infortuni o degli incidenti mortali si verifica quando sciatori o snowboarder si schiantano contro oggetti fissi, solitamente alberi. Le collisioni che coinvolgono persone rappresentano solo il 5% degli infortuni sugli sci, ha affermato Salat.

Gli esperti del processo Paltrow hanno sostenuto che il codice di oltre 60 anni della National Ski Areas Association è onnipresente con un’etichetta simile in Canada, Australia e parti d’Europa.

Il Codice di Responsabilità è stato recentemente aggiornato per richiedere agli sciatori coinvolti in collisioni di condividere le informazioni di contatto con i dipendenti del comprensorio sciistico. La scorsa settimana, Paltrow è stato criticato dagli avvocati di Sanderson per essersi allontanato dallo scontro senza aver prima comunicato con Sanderson. Ha detto che uno dei maestri di sci della famiglia se ne è occupato per lei.

Meno azioni legali prendono di mira le stazioni sciistiche in cui si sono verificati incidenti a causa dei pericoli intrinseci dello sci e dello snowboard, ha affermato John Morgan, un avvocato di Los Angeles con lo studio Morgan & Morgan.

Deer Valley, la montagna dove è avvenuta la collisione Paltrow-Sanderson, è stata rimossa dalla causa in parte perché gli sciatori accettano una serie di regole sul retro di ogni skipass che li esonera da responsabilità.

“È come andare a una partita di baseball e farsi colpire alla testa da una palla sporca. Seduto lì, rischi che accada”, ha detto.

READ  Il reclamo federale afferma che le ammissioni alle opzioni legacy di Harvard violano il Civil Rights Act | notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *