Gwyneth Paltrow vince il caso di collisione con gli sci

(CNN) Gwyneth Paltrow vince la causa civile per lo scontro sugli sci del 2016

Giovedì una giuria dello Utah ha ritenuto Paltrow, l’attore premio Oscar e fondatore e CEO di Coop, non responsabile e si è pronunciato a suo favore su una domanda riconvenzionale contro l’uomo che lo ha citato in giudizio.

Terri Sanderson, un optometrista in pensione, ha citato in giudizio Paltrow per le ferite riportate quando i due si sono scontrati al Deer Valley Resort a Park City, nello Utah, sette anni fa.

La giuria dentro Indagine civile Hanno deliberato per più di due ore prima di emettere il loro verdetto a favore di Paltrow, che ha testimoniato che Sanderson le è scivolata sulla schiena perché si stava allontanando da lui.

Un test Iniziato il 21 marzo.

L’avvocato di Sanderson giovedì ha chiesto alla giuria di considerare la lesione cerebrale e l’aspettativa di vita del suo cliente, raccomandando alla giuria di assegnare a Sanderson $ 3,2 milioni.

La denuncia di Sanderson sostiene più di $ 300.000 di danni.

Gwyneth Paltrow ascolta la lettura del verdetto il 30 marzo 2023 a Park City, nello Utah.

Paltrow ha testimoniato La settimana scorsa disse Sanderson scivolando dentro di lei. Ha chiesto $ 1 in danni e spese legali nella sua domanda riconvenzionale.

Dopo la lettura del verdetto, Paltrow ha rilasciato una dichiarazione tramite i suoi avvocati.

“Ho sentito che accettare una falsa dichiarazione ha compromesso la mia integrità. Sono soddisfatto del risultato e apprezzo tutto il duro lavoro del giudice Homberg e della giuria e la loro premura nel gestire questo caso”, ha detto Paltrow.

Anche il suo avvocato, Steve Owens, ha rilasciato una dichiarazione.

READ  Punti salienti dei playoff NBA di sabato: Anthony Edwards segna 43 punti nella vittoria in Gara 1 sui Nuggets

“Siamo soddisfatti di questa decisione unanime e apprezziamo l’attenta gestione del caso da parte del giudice e della giuria”, ha affermato. “Gwyneth ha una storia di difesa di ciò in cui crede – questa situazione non è diversa e continuerà a difendere ciò che è giusto”.

Sanderson ha parlato con i giornalisti fuori dal tribunale.

Dopo che il verdetto è stato letto, ha detto di aver visto Paltrow metterle una mano sulla spalla e le ha detto: “Ti auguro ogni bene”.

In seguito ha affermato di credere “lei pensa di avere la verità”, ma durante il processo ha insistito sul fatto che non aveva presentato alcuna “bugia”.

L’avvocato di Sanderson, Christine VanOrnum, ha detto di avere un “ritrovato apprezzamento” per Paltrow quando le è stato chiesto della copertura mediatica e dell’interesse per il processo.

“Se deve affrontare tutto questo quotidianamente, non riesco nemmeno a immaginarlo, e mi dispiace per lei”, ha detto ai giornalisti dopo aver detto che “non era colpito dalle stelle”.

Argomenti conclusivi

Prima che la giuria fosse inviata a deliberare, l’avvocato di Sanderson, Robert Sykes, ha respinto le affermazioni secondo cui Sanderson stava cercando fama e attenzione presentando il suo caso alla corte.

“Una parte di lui sarà sempre su quella collina”, ha detto Sykes nelle sue argomentazioni conclusive. “Speriamo che aiuterai a riportare Terry a casa da quella montagna con il giusto verdetto di oggi.”

Owens, nel frattempo, ha insistito sul fatto che per Paltrow era una questione di giusto e sbagliato, e che sarebbe stato “facile” per Paltrow “scrivere un assegno e farla finita”, ma ha detto che era “sbagliato”.

Gwyneth Paltrow parla con Terry Sanderson mentre lasciano l’aula dopo la lettura del verdetto nel loro processo giovedì 30 marzo 2023 a Park City, Utah.

“È davvero sbagliato che le abbia fatto del male e vuole ottenere soldi da lei”, ha detto alla giuria.

READ  La star di 'Vanderpump Rules' Raquel Leviss fa il check-in in una struttura di salute mentale

In seguito ha detto: “Merita di essere qui oggi, ma non merita di essere ricompensato per averla ferita”.

L’avvocato di Paltrow, James Egan, ha affrontato gli argomenti della parte avversaria nella sua argomentazione conclusiva, dicendo: “Anche la signora Paltrow lo vuole fuori dalla montagna, ma non dovrebbe essere responsabile del costo”.

Prove chiave

Paltrow ha detto alla giuria che è andata con i suoi due figli, l’allora fidanzato Falchuck, ei suoi due figli il primo giorno del viaggio a Deer Valley.

Ha testimoniato che due sci si sono messi tra i suoi sci, costringendo le sue gambe a divaricare, e che ha sentito un “suono convulso” quando ha sentito un corpo premere contro la sua schiena prima che entrambi crollassero insieme.

Paltrow non ha chiesto informazioni sulle condizioni di Sanderson dopo la collisione, ma ha detto che è rimasta sulla collina “quanto basta per dire che stava bene” e si è alzata.

27 marzo a Terry Sanderson Court.

Durante la sua testimonianza, Sanderson ha ribadito che è stata Paltrow a infilarsi dentro di lei.

“Sono stato colpito molto forte alla schiena, proprio nelle scapole, sembrava che fosse proprio al centro, i pugni e i pali erano sulla parte inferiore delle mie spalle, un colpo serio, serio e non sono mai stato colpito. è stato difficile”, ha testimoniato Sanderson. “Tutto quello che ho visto era la neve.”

Sanderson ha citato in giudizio Paltrow per aver sfruttato la sua fama e fortuna.

“Ho pensato, ‘Non mi piacciono le celebrità'”, ha detto Sanderson alla giuria dopo aver appreso che erano gli altri sciatori coinvolti nella collisione.

READ  Sans Pertomo, attore della "Gen V" e di "Le Terrificanti Avventure di Sabrina", muore in un incidente in moto a 27 anni

I giurati hanno ascoltato la testimonianza di diversi testimoni esperti, delle figlie di Sanderson e dei dipendenti della stazione sciistica. Durante il processo è stata letta alla giuria anche la testimonianza dei due figli di Paltrow, Apple e Moses Martin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *