I lavoratori di Trump Mar-a-Lago hanno spostato le scatole un giorno prima dell’arrivo dell’FBI per i documenti

Lo staff di Donald Trump ha spostato scatole di documenti il ​​giorno prima che due agenti dell’FBI e un pubblico ministero visitassero la casa dell’ex presidente in Florida. Per chi è al corrente.

Trump e i suoi collaboratori avrebbero condotto una “prova generale” per spostare documenti sensibili prima di ricevere la citazione del maggio 2022, secondo persone che hanno familiarità con la questione.

I pubblici ministeri hanno raccolto prove che Trump a volte teneva in bella vista documenti riservati e talvolta li mostrava ad altri.

Nel loro insieme, i nuovi dettagli dell’indagine sui documenti declassificati suggeriscono una maggiore ampiezza e specificità ai casi di potenziale ostruzione individuati dall’FBI e dal Dipartimento di Giustizia rispetto a quanto riportato in precedenza. Ciò amplia la cronologia dei potenziali episodi di disturbo che gli investigatori stanno esaminando, partendo dagli eventi di Mar-a-Lago prima della citazione in giudizio. Dopo un raid dell’FBI l’8 agosto.

Presidenti e vicepresidenti gestiscono abitualmente documenti riservati, ma le rigide linee guida di vari statuti hanno linee guida chiare in materia. (Video: Adriana Euro/The Washington Post)

Quella tempistica potrebbe rivelarsi fondamentale poiché i pubblici ministeri cercano di determinare l’intenzione di Trump di conservare centinaia di documenti classificati dopo che ha lasciato la Casa Bianca. Il Washington Post ha riferito in precedenza che le scatole sono state spostate fuori dal deposito dopo che l’ufficio di Trump ha ricevuto un mandato di comparizione. Ma la tempistica precisa di quell’attività è un aspetto significativo dell’indagine, hanno detto persone che hanno familiarità con la questione.

L’attività del gran giurì nel caso è rallentata nelle ultime settimane e gli avvocati di Trump hanno adottato misure, tra cui delineare la sua potenziale difesa ai membri del Congresso e chiedere un incontro con il procuratore generale. Credono che la fine della ricarica sia vicina. Dopo mesi di frenetici procedimenti presso la corte federale di Washington, il gran giurì incaricato del processo non si riunisce dal 5 maggio. È stata la pausa più lunga del panel da dicembre, quando il procuratore generale Merrick Garland ha nominato Jack Smith consigliere speciale per condurre le indagini e ha coinciso con la vacanza di fine anno.

Trump ha negato ogni illecito in ogni caso. “Questa non è altro che una caccia alle streghe mirata e politicamente motivata contro il presidente Trump, progettata per interferire con le elezioni e impedire al popolo americano di riportarlo alla Casa Bianca”, ha scritto in una nota il portavoce di Trump Steven Cheung. “Come tutte le altre bufale lanciate al presidente Trump, questo tentativo di corruzione fallirà”.

READ  Friday March Madness: Purdue Falls contro la testa di serie numero 16 Fairleigh Dickinson

Cheung ha accusato i pubblici ministeri di “aver trascurato la pubblica decenza o le regole fondamentali che governano il sistema legale” e ha detto che gli investigatori “hanno molestato chiunque e tutti coloro che lavoravano”. [for]ha funzionato [for]O sostenere Donald Trump.

“Durante i negoziati sulla restituzione dei documenti, il presidente Trump ha detto all’alto funzionario del DOJ: ‘Facci sapere tutto ciò di cui hai bisogno da noi'”, ha continuato. “Il fatto che il DOJ abbia negato questa collaborazione e condotto un raid su Mar-a-Lago dimostra che il regime di Biden ha utilizzato come arma il DOJ e l’FBI”.

Un portavoce di Smith ha rifiutato di commentare. I funzionari del Dipartimento di Giustizia avevano precedentemente affermato di aver condotto la ricerca dopo mesi di sforzi infruttuosi per recuperare tutti i documenti classificati a Mar-a-Lago.

Di particolare importanza per gli investigatori nel caso dei documenti classificati, hanno detto persone che hanno familiarità con l’indagine, è stata la prova che le scatole di documenti sono state spostate in un’area di stoccaggio il 2 giugno, prima che il procuratore senior della giustizia Jay Pratt arrivasse a Mar-a. – Lagos con agenti. 3 giugno visita delle forze dell’ordine Il materiale di risposta dovrebbe essere raccolto entro maggio 2022 Il gran giurì chiederà la restituzione di tutti i documenti con identificazioni riservate.

L’avvocato John Irving, che rappresenta uno dei due dipendenti che hanno spostato le scatole, ha detto che il lavoratore non sapeva cosa ci fosse dentro e stava solo cercando di aiutare il cameriere Trump Walt Nauta a spostare il lotto usando un carrello o un carrello a mano. scatole.

“Il 2 giugno 2022, il video di sicurezza di Mar-a-Lago lo ha mostrato mentre aiutava Walt Nauta a spostare le scatole in un’area di stoccaggio. Il mio cliente ha visto il signor Nauta spostare le scatole e si è offerto volontario per aiutarlo”, ha detto Irving. Il giorno successivo, il dipendente ha aiutato Nauta a preparare un SUV “quando l’ex presidente Trump è andato a Bedminster per l’estate”.

L’avvocato ha detto che il suo cliente, un impiegato di lunga data di Mar-a-Lago che ha rifiutato di identificare, aveva collaborato con il governo e “non aveva motivo di pensare che aiutare a spostare le scatole fosse significativo”. Altri che hanno familiarità con l’indagine hanno confermato il ruolo del dipendente e hanno detto che è stato interrogato più volte dalle autorità.

READ  Nel sud della California, la neve ha intrappolato le persone per giorni

Irving rappresenta diversi testimoni nel processo e il suo studio legale è pagato dal Save America PAC di Trump, mostrano i rapporti di divulgazione. L’avvocato di Nauta, Stanley Brandt, ha rifiutato di commentare.

Gli investigatori hanno cercato di raccogliere prove che Trump o persone a lui vicine abbiano deliberatamente nascosto documenti riservati al governo.

La sera del 2 giugno, lo stesso giorno in cui i due dipendenti hanno spostato le scatole, l’avvocato di Trump ha contattato il Dipartimento di Giustizia e ha detto che i funzionari erano invitati a visitare Mar-a-Lago e ritirare i documenti riservati relativi alla citazione. Brad e gli agenti dell’FBI arrivarono il giorno successivo.

Gli avvocati di Trump hanno consegnato alle autorità una busta sigillata contenente 38 documenti classificati e una certificazione firmata che attestava che era stata condotta una “ricerca sostanziale” per i documenti richiesti dalla citazione e che tutti i documenti pertinenti erano stati restituiti.

Come parte di quella visita, Pratt e gli agenti sono stati invitati a visitare un magazzino dove gli assistenti di Trump hanno detto che erano conservate scatole di documenti della sua presidenza. I documenti del tribunale depositati dal Dipartimento di Giustizia affermano che gli avvocati di Trump hanno detto ai visitatori che nessuna delle scatole nel ripostiglio poteva essere aperta o il loro contenuto visualizzato.

Quando gli agenti dell’FBI hanno ricevuto un ordine del tribunale per perquisire Mar-a-Lago due mesi dopo, hanno trovato più di 100 persone. Documenti segreti, alcuni nell’ufficio di Trump e altri in deposito.

In una dichiarazione del tribunale di agosto che spiegava la perquisizione, i pubblici ministeri hanno prodotto prove di “condotta ostruttiva” in risposta alla citazione, scrivendo che i documenti “potrebbero essere stati nascosti e rimossi da un magazzino”.

Anche prima che l’ufficio di Trump ricevesse il mandato di comparizione a maggio, i pubblici ministeri hanno anche raccolto prove di quella che alcuni funzionari hanno definito una “prova generale” per trasferire documenti governativi a cui non voleva rinunciare, hanno detto persone che hanno familiarità con le indagini.

Il termine “prova generale”. Un’opinione giudiziaria segreta rilasciata all’inizio di quest’anno è stata utilizzata in una delle numerose battaglie legali sull’accesso del governo a testimoni e prove specifici, hanno affermato alcune persone. È stato usato per descrivere un episodio in cui Trump avrebbe rivisto il contenuto di alcune, ma non tutte, scatole contenenti materiale classificato, hanno detto queste persone. Il New York Times Primo segnalato La squadra di Trump ha tenuto quella che era “apparentemente una prova generale” prima dell’arrivo della citazione.

READ  Segretario della Difesa Flotta del Pacifico Amm. Tocca Paparo come prossimo CNO

Durante quel periodo, Trump e il suo team legale si sono impegnati in un avanti e indietro con la National Archives and Records Administration per stabilire se avesse preso documenti e beni della Casa Bianca che dovrebbero rimanere al governo. Quella disputa sui registri presidenziali alla fine portò alla scoperta di documenti riservati a Mar-a-Lago, alcuni dei quali altamente sensibili, comprese informazioni sulle capacità nucleari di un paese straniero; il sistema missilistico iraniano; e la raccolta di informazioni mirate alla Cina.

L’ex presidente, a conoscenza della situazione, ha detto agli assistenti che voleva assicurarsi di conservare i documenti che considerava di sua proprietà.

Trump e i documenti di Mar-a-Lago: una cronologia

Quell’episodio di prova generale è uno dei tanti casi in cui gli investigatori stanno cercando possibili motivazioni nelle azioni di Trump e di coloro che lo circondano. Tuttavia, gli avvocati di Trump e alcuni di quei testimoni hanno sostenuto negli ultimi mesi che i pubblici ministeri vedono la sequenza degli eventi in una luce più sospetta. Smith dice che la squadra ce l’ha Afferma irragionevolmente che le persone non stanno cercando di nascondere nulla al governo, ma svolgono compiti di routine e innocenti al servizio del loro datore di lavoro.

Più di un testimone ha detto separatamente ai pubblici ministeri, a conoscenza della questione, che Trump a volte tiene all’aperto documenti riservati nel suo ufficio in Florida dove altri possono vederli. A volte li mostrava alle persone, inclusi assistenti e visitatori.

A seconda della forza di tali prove, tali resoconti potrebbero minare gravemente le affermazioni di Trump o dei suoi avvocati secondo cui non sapeva di essere in possesso di materiale classificato.

Persone che hanno familiarità con la situazione hanno affermato che il team di Smith ha completato gran parte del suo lavoro investigativo nel caso dei documenti e che ha scoperto alcuni episodi distinti di comportamento proibitivo.

Uno dei casi sospetti di ostruzione è stato l’8 agosto. La gente ha detto che è successo dopo una perquisizione dell’FBI sull’8 Non hanno fornito ulteriori dettagli, ma il Guardian ha riferito in precedenza che a dicembre gli avvocati di Trump hanno trovato una scatola contenente i grafici della Casa Bianca. Alcuni degli annunci di Mar-a-Lago. In quell’evento, un giovane assistente ha spostato la scatola dall’ufficio di locazione del governo nella vicina West Palm Beach.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *