Il futuro di Lionel Messi: Barcellona, ​​Arabia Saudita o Miami?

La sospensione di due settimane di Lionel Messi da parte del Paris Saint-Germain dopo una trasferta non autorizzata in Arabia Saudita ha tracciato un confine tra il 35enne e il suo club. Rimanere a Parigi oltre questa estate ora sembra molto difficile per l’argentino.

Il suo contratto dovrebbe concludersi a fine giugno dopo mesi di trattative in stallo. Segnerebbe una fine inattiva dopo due anni nella capitale francese.

Messi ha firmato un contratto biennale con il PSG nel 2021, che include un’opzione per il terzo anno. Tra l’incertezza sul rinnovo, il suo campo ha indicato che stanno aspettando ulteriori informazioni su come sarà il piano di gioco del PSG la prossima stagione.

Ora sembra che Messi non abbia posto nel piano di gioco e gli eventi di questa settimana hanno portato in primo piano questa conclusione.

Se non a Parigi, dove giocherà Messi la prossima stagione? Un ritorno al Barcellona, ​​il club dove ha servito così bene fino al 2021, è economicamente fattibile? Il redditizio ambasciatore di Messi per l’ente del turismo saudita suggerisce che seguirà Cristiano Ronaldo e giocherà a calcio di club in Medio Oriente? Che dire dell’Inter Miami e di un passaggio a lungo termine alla Major League Soccer?

Ecco lo stato del gioco Atletica Attualmente esperti in Spagna, Francia e Stati Uniti…


È certamente il sogno del presidente del Barcellona Joan Laporta e sembra essere il preferito di Messi. Tuttavia, deve accadere molto di più prima che quei sentimenti diventino realtà.

In effetti, anche speculare sul potenziale ritorno di Lionel Messi sembra sconsiderato viste le difficoltà finanziarie del Barcellona. Dopotutto, il club deve ancora firmare nuovi accordi per Xavi, Ronald Araujo, Alejandro Balte, Marcos Alonso e Sergi Roberto secondo le regole salariali della Liga.

Ma mentre la firma di Messi ora sembra un puzzle impossibile al Camp Nou, ciò non impedirà a molti a Barcellona di sperare che alla fine si realizzi un accordo.

La Liga dovrebbe richiedere un taglio di 200 milioni di euro (£ 176 milioni; $ 221 milioni) dal Barcellona per la stagione 2023-24. Al momento i catalani stanno superando il limite fissato dal campionato spagnolo per la spesa in ingaggi. Come altri club in situazioni simili, il Barcellona ha dovuto presentare un piano di fattibilità finanziaria per stabilire i passaggi che avrebbero seguito per pareggiare i propri conti nelle due stagioni successive.

Messi giocherà per il Barcellona fino al 2021 (Foto: PAU BARRENA/AFP via Getty Images)

Due settimane fa, il Barcellona ha fatto proprio questo. Hanno anche detto alla Liga come opereranno nella finestra di mercato estiva. Non ci sono dettagli chiari su cosa comporti il ​​piano, ma diverse fonti del Barcellona, ​​​​che hanno parlato a condizione di anonimato per proteggere il proprio posto di lavoro, hanno confermato che il presidente della Liga Javier Tebas è stato informato dell’intenzione del club di provare a prendere Messi dimettersi. Il Barcellona non vuole aspettare gli ultimi giorni della finestra estiva per sapere se ha il suo uomo.

READ  I passeggeri del sud-ovest devono affrontare ritardi dopo l'atterraggio in tutto il paese

Tuttavia, è un’altra questione che uno dei club più redditizi del calcio mondiale possa ridurre il proprio stipendio di 200 milioni di euro.

Lo staff tecnico guidato dal manager Xavi esorta Messi a ballare il suo ultimo ballo al club. Ritengono che la stella argentina fornirà esattamente ciò che mancava alla sua squadra, soprattutto facendo la differenza nell’ultimo terzo, dove il 20enne Petrie sembra essere il più responsabile del successo della squadra.

Nello spogliatoio le opinioni si dividono. Mentre una parte significativa della squadra attuale sta assaporando la prospettiva di essere di nuovo in una squadra con Messi, ci sono alcune sezioni che sono titubanti sulla prospettiva di una riunione.

Chiesto per un commento, il campo di Messi ha ammesso settimane fa che un ritorno al Barcellona poteva essere considerato solo da una prospettiva romantica piuttosto che realistica per ora.

Ma poi di nuovo, questo è il Barcellona. Tutto può succedere.

Paul Paulus e Laya Cervello Herrero


Vai in Arabia Saudita?

I numeri sono spaventosi: Messi potrebbe comandare fino a 400 milioni di euro (circa 443 milioni di dollari) all’anno per svolgere la sua carriera in Arabia Saudita.

Ma mentre un altro anno al PSG era ancora una possibilità, giocare nella Saudi Pro League – il 58esimo campionato di qualità più alta del mondo, secondo la società di intelligence sportiva TwentyFirst Group – non era l’opzione più allettante di Messi. Vuole restare in Europa e giocare ai massimi livelli in vista della prossima Coppa America del 2024 negli Stati Uniti.

Questo potrebbe essere cambiato ora.

Ronaldo ha visitato l’Arabia Saudita a gennaio (Foto: FAYEZ NURELDINE/AFP via Getty Images)

La mancanza di programmi di selezione in Europa significa che è improbabile che Messi torni in Champions League la prossima stagione. Con il PSG escluso come potenziale opzione, solo il Barcellona ammette un legittimo interesse per lui – e abbiamo già dettagliato quanto sia incerto tale interesse.

READ  Crollato il ponte di Baltimora: aperto il canale del porto; Biden visiterà il sito venerdì

L’accordo di sponsorizzazione firmato dall’Arabia Saudita con Messi per promuovere il turismo internazionale non significa che voglia giocare lì con la sua squadra. Dopo essersi unito a Ronaldo Al Nasser a gennaio, la lega saudita ha identificato artisti del calibro di Neymar Jr., Pepe e Luka Modric come potenziali arrivi per provare a seguirlo.

Paolo Paolo


Unisciti all’Inter Miami?

Con il tempo di Messi al PSG finito, l’Inter Miami di David Beckham non ha almeno un rivale nella sua lunga corsa per vincere il sette volte Pallone d’Oro.

Nei circoli MLS, è stato a lungo considerato un segreto di Pulcinella che un giorno Messi si sarebbe unito a Miami. Tuttavia, il club spera ancora in “un giorno” quest’estate.

Miami ha spinto per questa decisione per molto tempo, con incontri che continuano per tutto l’inverno. Jorge e Jose Mas – i fratelli che sono comproprietari dell’Inter Miami con Beckham – hanno avuto trattative e diversi incontri con il padre di Messi, Jorge.

L’Inter Miami spera da tempo di firmare Messi (Foto: Matias J. Ocner/Miami Herald/Tribune News Service via Getty Images)

Messi possiede una casa a Miami e trascorre regolarmente del tempo nel sud della Florida. Miami ha spazio per il roster (o “posto designato per il giocatore”, nel gergo MLS) pronto per Messi, e potrebbe creare spazio aggiuntivo per aggiungere un giocatore come Sergio Busquets.

Lo ha detto il commissario della MLS Dan Garber Atletico Ci vorrebbe un accordo creativo a marzo, ma il campionato e l’Inter Miami sono disposti a flettersi per trovare il giusto pacchetto di compensi per ottenere Messi.

La palla, per molti versi, è nel campo di Messi.

READ  Tesla, BYD registra vendite record, domanda di veicoli elettrici

Tom Bogart


Restare al Psg?

Il soggiorno di Messi a Parigi sta volgendo al termine.

Dopo il trionfo in Coppa del Mondo con l’Argentina a Doha a dicembre, il pensiero che lasciasse il club di proprietà del Qatar per il PSG sembrava inverosimile. Un accordo per prolungare la sua permanenza a Parigi sembrava una conclusione naturale. In Francia, il PSG era imbattuto in campionato e Messi era al centro delle cose, dando il via dopo una lenta prima stagione nel suo nuovo club.

Ma da allora, l’atmosfera è cambiata in modo significativo. La corsa del PSG ha preso una brutta piega solo quest’anno solare con nove sconfitte e un’uscita agli ottavi di Champions League dal Bayern Monaco.

Messi non era personalmente colpevole in questo, ma era sintomatico di uno scarso team building che rendeva il club inadatto a lottare su tutti i fronti. Sulla scia del successo di Messi, il malessere post-Mondiale del club non ha aiutato.

Il tempo di Messi al PSG sembra volgere al termine (Foto: FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Per il giocatore, questo periodo della sua carriera sarà contusivo e ora è superato da questa sanzione del club. La passione dei tifosi si è accesa su di lui e il suo nome è stato fischiato al Parc des Princes prima delle partite. I sentimenti tra i tifosi a Parigi erano incentrati su suggerimenti che non aveva investito nel suo tempo al Barcellona; Un punto rafforzato solo dalla scarsa forma della squadra dall’inizio dell’anno. Le voci insistenti di un possibile ritorno al club catalano hanno alimentato anche quel fuoco.

Ora che ne è stato fatto un esempio a Parigi, ricostruire i rapporti sembra impossibile. Per il giocatore restare a Parigi non è più conveniente.

Il PSG vorrà concentrarsi sulla costruzione attorno a Kylian Mbappe e sfruttare l’enorme quantità di talento che esiste nel gioco francese. Segna la fine della loro enfasi su “bling” e grandi nomi (e una grossa fattura salariale), e segnala anche il desiderio di liberarsi da Messi.

Pietro Rutzler

(Immagine in alto: ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP tramite Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *