Il razzo Starship di SpaceX completa con successo il primo ritorno dallo spazio

SpaceX ha lanciato giovedì il suo enorme razzo Starship, raggiungendo una serie di obiettivi ambiziosi fissati dall’amministratore delegato della compagnia, Elon Musk, prima del suo quarto volo di prova.

L’astronave è decollata dalla piattaforma di lancio di SpaceX nel sud del Texas alle 7:50 vicino a Brownsville.

Dopo essersi sganciato dallo stadio superiore, il booster è riuscito a scendere lentamente nel Golfo del Messico, dove la navicella spaziale del secondo stadio ha viaggiato per mezzo mondo ed è stata controllata mantenendo la temperatura di rientro nell’atmosfera. , nell’Oceano Indiano.

L’aereo non è impeccabile e ci sono ostacoli tecnici difficili. Questi successi superano quelli ottenuti durante il precedente volo di prova di marzo, ha affermato il Sig. Ciò ha dato a Musk la speranza di poter realizzare la sua visione di un razzo più grande e potente.

Con progressi costanti dal primo lancio di prova nell’aprile dello scorso anno, il razzo ha dovuto essere deliberatamente distrutto quando volava fuori rotta.

Daniel L., direttore esecutivo dell’American Institute of Aeronautics and Astronautics, una società professionale per ingegneri. “Stanno dimostrando la capacità di andare avanti più velocemente di quanto pensassimo”, ha detto Dumbacher. “Hanno una squadra che sa cosa sta facendo, è disposta a imparare e, soprattutto, non si conforma alle ipotesi del passato. .”

Se Starship potesse volare ripetutamente, più come un aereo di linea che come un razzo convenzionale, SpaceX potrebbe rivoluzionare il settore già dominante del lancio spaziale globale.

Il volo di oggi ispirerà i funzionari della NASA. Contano su SpaceX per consegnare una versione della Starship per trasportare gli astronauti sulla superficie lunare durante la missione Artemis III della NASA, attualmente prevista per la fine del 2026.

READ  Traccia Brett della tempesta tropicale e ultime previsioni

L’amministratore della NASA Bill Nelson, Mr. Musk ha postato le sue congratulazioni su X, il sito di social networking di sua proprietà.

“Siamo un altro passo avanti verso il ritorno dell’umanità sulla Luna con #Artemis – e poi verso Marte”, ha scritto.

Dopo aver raggiunto un’altitudine massima di circa 130 miglia, il veicolo dello stadio superiore della Starship è ricaduto sulla Terra come previsto ed è rientrato nell’atmosfera. Le telecamere a bordo della navicella spaziale hanno catturato il vibrante bagliore dei gas che si riscaldavano al di sotto di essa.

A circa 30 miglia di altitudine, alcuni pezzi iniziarono a staccarsi da uno dei lembi dello sterzo sulla parte superiore della navicella, e il lembo continuò a funzionare. La visuale della telecamera è stata ostruita dai detriti che hanno rotto l’obiettivo.

“La domanda è quanto resta sulla nave”, ha detto Kate Tice, una delle conduttrici della trasmissione SpaceX.

I dati in tempo reale sono stati trasmessi continuamente tramite i satelliti Internet Starlink di SpaceX al quartier generale della società a Hawthorne, in California, fino a quando l’altitudine della superficie dell’Oceano Indiano è stata registrata a 0.

Un’ultima accensione del motore trasformò l’astronave in posizione verticale appena prima dell’atterraggio.

“Dal Texas meridionale all’altro lato della Terra, l’astronave è nell’acqua”, ha detto Don Hood, uno degli altri conduttori del webcast di SpaceX. “Che giornata.”

Le alette danneggiate e la perdita di piastrelle resistenti al calore indicano che sono ancora necessari aggiornamenti critici. Altrimenti, l’astronave, come le navette spaziali, richiederebbe una revisione approfondita dopo ogni volo.

“Ma questo è risolvibile”, ha detto il sig. Ha detto Dumbcher. “Questo è un passo nella giusta direzione, e ce ne sono molti altri da compiere.”

All’inizio del volo, il primo stadio del razzo, un gigantesco booster super pesante, era in grado di eseguire manovre che lo avrebbero riportato alla rampa di lancio in futuro. Per questo volo è stato simulato l’atterraggio nel Golfo del Messico. Tutti e tre i precedenti tentativi di quell’impresa finirono con l’implosione.

Con il veicolo Starship impilato su un booster superpesante, il razzo è il più alto mai costruito: 397 piedi di altezza, o 90 piedi più alto della Statua della Libertà, compreso il piedistallo.

Il superpesante ha 33 dei più potenti motori Raptor di SpaceX che sporgono dalla sua base.

Quando questi motori sollevano l’astronave dalla rampa di lancio, generano fino a 16 milioni di libbre di spinta alla massima velocità. Durante questo volo, uno dei motori non si è acceso, ma ciò non gli ha impedito di continuare il suo viaggio nello spazio.

Due settimane fa, dopo un test missilistico riuscito, Mr. Musk ha scritto in X che per questo aereo “l’obiettivo principale è raggiunto attraverso il massimo riscaldamento al rientro”.

In altre parole, non voleva che il veicolo prendesse fuoco. E giovedì non lo era.

I lanci di astronavi hanno attirato visitatori sulla piattaforma di lancio di SpaceX vicino alla punta meridionale del Texas.

READ  I democratici detengono la maggioranza alla Camera della Pennsylvania

Giovedì si sedevano sulle sedie a sdraio o sui camioncini ascoltando le trasmissioni di SpaceX. Mentre il conto alla rovescia continuava.

“Quello che stanno facendo qui è pazzesco”, ha detto Chris Thomassen, che ha viaggiato dai Paesi Bassi per assistere al lancio, si è accampato per tre giorni su una spiaggia vicino al sito di lancio e poi si è trasferito in un sito al limite della sicurezza. Zona di esclusione.

Robert Opel, 56 anni, ha piantato una tenda fuori dalla rampa di lancio quattro giorni prima del lancio di giovedì. Era determinato a dare un’occhiata da vicino al volo che aveva organizzato per viaggiare attraverso il Rio Grande fino al Messico, a poche miglia dalla rampa di lancio.

“È come se tutti i tuoi compleanni fossero riuniti in uno solo”, ha detto Mr. Opel ha detto che è stato il quarto, su quattro, lanci di prova di Starship che ha visto.

Eric Lipton Reporting contribuito da Boca Chica, Texas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *