La Turchia voterà in elezioni cruciali mentre il regime di Erdogan è in bilico

  • I sondaggi di opinione mostrano l’opposizione sull’orlo
  • I risultati arriveranno entro domenica sera
  • La seconda fase si terrà il 28 maggio se non oltre il 50%
  • Erdogan vota a Istanbul, rivale Kilicdaroglu ad Ankara

ISTANBUL, 14 maggio (Reuters) – I turchi hanno votato domenica in un’elezione chiave, pronti a estromettere il presidente Tayyip Erdogan, porre fine al percorso sempre più autoritario del suo governo o inaugurare il suo terzo decennio al potere.

Il voto determinerà non solo chi guida la Turchia membro della NATO di 85 milioni di persone, ma anche come è governata, dove è diretta la sua economia in mezzo a una profonda crisi del costo della vita e la forma della sua politica estera.

I sondaggi hanno dato un leggero vantaggio al principale sfidante di Erdogan, Kemal Kilicdaroglu, che guida la coalizione a sei, con due sondaggi di venerdì che lo mostrano al di sopra della soglia del 50% necessaria per la vittoria assoluta. Se nessuno dei due vincerà più del 50% dei voti domenica, si terrà un secondo turno di votazioni il 28 maggio.

I seggi per l’elezione del nuovo parlamento chiudono alle 17:00 (14:00 GMT). La legge turca vieta l’annuncio di qualsiasi risultato fino alla tarda domenica alle 21:00, una buona indicazione della possibilità di un ballottaggio.

“Vedo queste elezioni come una scelta tra democrazia e dittatura”, ha detto il 64enne Ahmet Kalkan, che ha votato per Klikdaroglu a Istanbul, facendo eco ai critici che temono che Erdogan governerà in modo più autocratico se vince.

“Ho scelto la democrazia e spero che il mio paese scelga la democrazia”, ​​ha detto Kalkan, un impiegato del dipartimento sanitario in pensione.

READ  Tempesta tropicale Cindy: ultime tracce e modelli

Erdogan, 69 anni e reduce da una dozzina di vittorie elettorali, dice di valorizzare la democrazia e nega di essere un dittatore.

Spiegando come il presidente riceva ancora sostegno, Mehmet Akif Kahraman, un elettore a Istanbul, ha affermato che Erdogan rappresenta il futuro dopo due decenni al potere.

“A Dio piacendo, la Turchia sarà un leader mondiale”, ha detto.

Altrove nel paese, gli elettori hanno anche votato a favore e contro Erdogan, una figura polarizzante nella speranza di estendere il suo mandato come presidente in carica più longevo dalla fondazione della moderna Turchia 100 anni fa.

Le elezioni arrivano tre mesi dopo che i terremoti nel sud-est della Turchia hanno ucciso più di 50.000 persone. Molti nelle province colpite hanno espresso rabbia per la lenta risposta iniziale del governo, ma ci sono poche prove che la questione abbia cambiato il modo in cui le persone voteranno.

Votando a Istanbul, Erdogan ha stretto la mano ai funzionari elettorali e ha parlato con un giornalista televisivo in un seggio elettorale.

“Preghiamo Dio per un futuro migliore per il nostro paese, nazione e democrazia turca”, ha detto.

Kilicdaroglu, 74 anni, si è alzato tra gli applausi della folla in attesa mentre esprimeva il suo voto ad Ankara.

“Offro il mio sincero amore e rispetto a tutti i miei concittadini che vanno alla cabina elettorale e votano. A tutti noi manca così tanto la democrazia”, ​​ha detto ai media riuniti.

READ  Il Papa parla di 'missione' segreta di pace per i bambini ucraini

Il voto parlamentare è una gara serrata tra il Partito AK (AKP) di matrice islamista di Erdogan e l’Alleanza popolare, che include il nazionalista MHP e altri, e la coalizione Nation di Kilikdaroğlu, che comprende sei partiti di opposizione, tra cui il suo laico Partito Repubblicano (CHP). Mustafa Kemal Ataturk è stato il fondatore della Turchia.

Il voto è monitorato da una missione dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, che ha dichiarato che lunedì consegnerà un primo rapporto sui suoi risultati.

Cambiamento o continuità

Erdogan, potente oratore e maestro della campagna, ha fatto di tutto per tutto il percorso elettorale. Comanda una feroce lealtà da devoti turchi che una volta si sentivano privati ​​dei diritti civili nella Turchia laica, e la sua carriera politica ha resistito a un tentativo di colpo di stato nel 2016 e a diversi scandali di corruzione.

Tuttavia, l’espulsione di Erdogan da parte dei turchi ha visto diminuire la loro prosperità e la capacità di soddisfare i bisogni di base, con l’inflazione che è salita all’85% nell’ottobre 2022 e un crollo della valuta della lira.

Kilicdaroglu promette di tornare alle politiche economiche ortodosse dall’amministrazione pesante di Erdogan se vince.

Kilicdaroglu afferma anche che sta cercando di riportare la Turchia a un sistema di governo parlamentare, lontano dalla presidenza esecutiva di Erdogan, che è stata approvata in un referendum del 2017. Ha anche promesso di ripristinare l’indipendenza della magistratura, che secondo i critici Erdogan ha usato per reprimere il dissenso. .

Erdogan ha controllato strettamente la maggior parte delle istituzioni turche, emarginando liberali e critici. Human Rights Watch, nel suo World Report 2022, ha osservato che il governo di Erdogan ha ridotto il record di diritti umani della Turchia per decenni.

READ  Il telescopio Webb scopre galassie sorprendentemente massicce dell'universo primordiale

Gli elettori curdi, che costituiscono il 15-20% dell’elettorato, giocheranno un ruolo importante, ed è improbabile che la Coalizione nazionale raggiunga da sola una maggioranza parlamentare.

Il Partito democratico popolare filo-curdo (HDP) non fa parte della principale coalizione di opposizione, ma rimane ferocemente contrario a Erdogan dopo la repressione dei suoi membri negli ultimi anni.

L’HDP ha annunciato il suo sostegno a Kilicdaroglu per la presidenza. Sta entrando nelle elezioni parlamentari sotto il simbolo del partito della Piccola Sinistra Verde a causa di un caso giudiziario intentato da un alto procuratore che cerca di vietare l’HDP per i suoi legami con i militanti curdi, cosa che il partito nega.

Scritto da Alexandra Hudson, montaggio di Frances Kerry

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *