L’economia cinese è cresciuta del 4,5% nel primo trimestre, la più rapida in un anno

  • La crescita della Cina ha attirato l’attenzione mentre riapre dopo quasi tre anni dalla fine delle rigide restrizioni Covid.
  • Il National Bureau of Statistics cinese ha dichiarato martedì che il prodotto interno lordo è cresciuto del 4,5% nel primo trimestre.
  • Questo è stato superiore alla previsione del 4% in un sondaggio Reuters di economisti e ha segnato la crescita più alta dal primo trimestre dello scorso anno. L’economia è cresciuta del 2,2% nel trimestre.

Pedoni attraversano una strada a Shanghai, in Cina, martedì 28 febbraio 2023.

Bloomberg | Bloomberg | Belle foto

Il prodotto interno lordo della Cina nel primo trimestre è aumentato bruscamente poiché le banche centrali hanno alzato i tassi per controllare l’inflazione.

Il National Bureau of Statistics cinese ha dichiarato martedì che il prodotto interno lordo è cresciuto del 4,5% nel primo trimestre. Quando l’economia cinese è cresciuta del 4,8%, questo ha segnato la crescita più alta dal primo trimestre dello scorso anno e migliore del 4% previsto in un sondaggio Reuters. L’economia è cresciuta del 2,2% nel trimestre.

La crescita della Cina ha attirato l’attenzione mentre riapre dopo quasi tre anni dalla fine delle rigide restrizioni Covid. L’economia è cresciuta del 2,9% nel quarto trimestre del 2022.

Le vendite al dettaglio sono aumentate del 10,6% a marzo con l’aumento delle vendite online di beni fisici. La produzione industriale è aumentata del 3,9%, leggermente al di sotto delle previsioni di Reuters del 4%.

Gli investimenti in immobilizzazioni dall’inizio dell’anno sono stati più deboli del previsto e sono aumentati del 5,1% rispetto a un anno fa, poiché la crescita degli investimenti in infrastrutture e produzione è rallentata. Nel frattempo, gli investimenti immobiliari hanno continuato a diminuire.

READ  La FTC sta impugnando una sentenza che ha consentito a Microsoft di acquistare Activision Blizzard

L’economia è cresciuta del 3% nel 2022, superando l’obiettivo ufficiale di Pechino del 5,5% fissato nel marzo dello scorso anno. Per il 2023, il governo il mese scorso ha fissato un obiettivo di crescita moderata di “circa il 5%”.

L’economia cinese potrebbe vedere un’altra spinta dagli stimoli del governo entro la fine dell’anno, ha dichiarato Helen Zhu, direttore esecutivo di NF Trinity, a “Street Science Asia” della CNBC dopo il rilascio dei dati.

“Penso che seguiremo più dell’obiettivo del 5% per il secondo trimestre e nel terzo trimestre saranno arrivati ​​​​molti stimoli politici”, ha affermato.

L’ultima lettura respinge i dubbi sulla capacità della Cina di raggiungere il suo obiettivo di crescita per l’intero anno 2023 e potrebbe portare di conseguenza a revisioni al rialzo delle previsioni del PIL, ha affermato.

“I numeri sono indubbiamente molto più forti di quanto ci si aspettasse, e penso che sarà un buon inizio d’anno”, ha detto.

Iris Pang, capo economista cinese di ING, ha anche affermato di aspettarsi che il governo cinese rilasci ulteriori stimoli per aumentare i suoi investimenti e consumi in infrastrutture.

“Per mantenere l’obiettivo di crescita del 5% per il 2023, il governo deve portare avanti gli investimenti infrastrutturali, la maggior parte dei quali per costruire linee metropolitane e aumentare il numero di torri 5G, poiché sono già in programma per quest’anno”, ha affermato. ha scritto. Una nota prima del rapporto sul PIL.

“Pertanto, prevediamo che il PIL cresca più rapidamente al 6,0% su base annua nel secondo trimestre. Poiché la domanda esterna dovrebbe essere una preoccupazione per l’anno, manteniamo la previsione del PIL per l’intero anno al 5%”, ha scritto Pang.

READ  Venerdì, il primo giorno da quando il titolo 42 è stato abrogato, sono stati abbandonati i passaggi per gli immigrati privi di documenti

Anche il valore del settore dei servizi cinese è cresciuto del 5,4% nel primo trimestre, poiché l’economia ha completato la sua politica zero-Covid.

Un indice della produzione di servizi è aumentato del 9,2% a marzo, con un aumento dei servizi di alloggio, ristorazione e IT, hanno mostrato i dati del governo.

Ma gli economisti hanno avvertito che la ripresa economica della Cina richiederà più tempo del previsto, con Citi che ha spinto indietro di tre mesi il suo obiettivo per l’indice di Hong Kong.

Leggi di più sulla Cina da CNBC Pro

Mentre la maggior parte degli analisti intervistati da Reuters non prevede alcun cambiamento nel tasso di prestito di riferimento della banca centrale, alcuni ritengono che la People’s Bank of China potrebbe ridurre leggermente il suo tasso primario di prestito a un anno se l’inflazione cinese rallenta ulteriormente.

L’inflazione al consumo cinese è scesa al minimo di 18 mesi all’inizio di questo mese.

— Evelyn Cheng della CNBC ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *