MTB

Mountain Bike : Tecnica costruttiva del Telaio, il cambio, i pedali, i freni e le ruote delle MTB


Tecnica costruttiva delle Mountain Bike: Telaio, Cambio, Pedali, Pneumatici, Freni delle MTB attuali, caratteristiche che si possono ritrovare in tutte le migliori marche : Cannondale, Specialized, Scott, Mongoose, GT, Bianchi, Shimano, Sram, Campagnolo etc...

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

La Mountain Bike (MTB) è una bicicletta realizzata con telaio robusto adatto a bici che possono percorrere sentieri sterrati e fuori strada, sia in salita che in discesa.

La storia della Mountain Bike italiana risale al 1985 con la produzione del modelo Rampichino da parte della ditta Cinelli. Lo sviluppo e la vendita delle MTB sono aumentati notevolmente da allora e la cultura dei bikers si è sviluppata intorno a valori come il rispetto per la natura e gli ambienti incontaminati, ma anche le emozioni estreme.

Le Mountain Bike moderne

MTB da Cross County sono generalmente munite di forcella anteriore ammortizzata e hanno freni a disco sulla ruota anteriore mentre utilizzano il sistema di frenatura v-brake sulla posteriore.

TELAIO

I telai delle Mountain bike sono caratterizzati da una geometria compatta e maneggevole caratterizzata da grande resistenza. I materiali più usati per la costruzione del telaio sono l’acciaio cromo-molibdeno, le leghe di alluminio o le fibre di carbonio. Un’altro materiale che consente di avere peso simile a quelli in alluminio e rigidezza simile ai telai in acciaio è proprio l’acciaio Nivacrom. Il materiale che meglio si presterebbe alla costruzione dei telai è il titanio che abbina caratteristiche di leggerezza e resistenza meccanica ma ha un costo decisamente elevato.

CAMBIO

Le caratteristiche del cambio e del deragliatore sono definite da una dentatura dei pignoni posteriori variabile da minimo 11 per il pignone più piccolo a massimo 36 per il più grande, generalmente variano da 6 a 10, mentre le corone sono 1, 2 o 3 (di conseguenza si ottengono da 18 a 30 rapporti di trasmissione alla ruota).

PEDALI

I pedali in alluminio sono muniti di piccoli pins che fanno presa nella suola della scarpa ed impediscono lo scivolamento del piede. I modelli alternativi sono pedali a sgancio rapido, tipo bici da corsa.

MODELLO SCI

VALUTAZIONE Neveclub

PREZZO

Sci FISCHER - RC4 The Curv Ti AR - 2017★★★★Prezzo Amazon
Scarpe LA SPORTIVA Uomo - Sneakers★★★★Prezzo Amazon
Scarpe Salomon Speedcross 4 per Trail Running Uomo★★★★

Prezzo Amazon
The North Face Bones, Berretto Uomo, Nero/TNF Nero, Taglia unica ★★★

Prezzo Amazon
Cressi Cernia Giacca in Neoprene - Pesca Sub★★★

Prezzo Amazon

La tipologia di pedale viene differenziata a seconda della disciplina : nel Cross Country ad esempio si usa generalmente un pedale con piccola superficie di appoggio, e scarpa molto rigida.

Vengono prodotti anche dei modelli di pedale ibridi, consistenti in un pedale con un lato a sgancio rapido e un lato “flat”.

PNEUMATICI

Le ruote possono essere da 26 pollici (che in realtà corrispondono a 22″ anglosassoni) e 29 pollici meno diffuse. Questo ultimo tipo di mtb viene chiamato 29er; solitamente i cerchi sono in alluminio, ed i mozzi in acciaio; le bici da downhill o freeride possono presentare mozzi con un asse passante di tipo motociclistico.

I pneumatici sono scolpiti e di larga sezione, variabile nella maggior parte dei casi fra 1,9 e 2,3 pollici, con camera d’aria o tubeless. Nei modelli Race I disegno del battistrada è a studiato in funzione di un particolare tipo di terreno. Come nel 4×4 Offroad anche nel settore Mountain Bike, su terreni fangosi è preferibile usare taselli molto distanziati che limitino l’accumulo di fango, più ravvicinati invece su terreni duri, si utilizza una pressione di gonfiaggio compresa tra le 2 e le 3 atm su sterrato e fino a 4 su asfalto.  manubrio, utili per la presa in salita, in particolare in piedi.

FRENI

I freni da mtb possono essere di tipo “cantilever”, “V-brake”, o  freni idraulici tipo Magura HS, caratterizzati da una risposta molto modulabile, scarsa manutenzione ed un peso leggermente superiore ad un impianto V-brake.

Sono nolto utilizzati ultimamente i freni a disco idraulici simili per costruzione e funzionamento a quelli motociclistici. I freni a disco possono essere montanti solo su ruote appositamente progettate, che presentano un diverso posizionamento dei raggi per sopportare il forte momento torcente che si crea fra il mozzo e il cerchione in frenata. I freni a disco meccanici hanno una potenza di frenata superiore a quella dei “V-brake” solo con l’utilizzo di dischi frenanti di notevole diametro (le dimensioni 180 e 203 mm), invece con dischi da 160mm la potenza tra V-brake e dischi si equivale.

Aggiornato il 30-06-2012