Churchill Downs, sede del Kentucky Derby, chiuso a causa della morte di cavalli – Scadenza

Una serie di decessi di cavalli da corsa ha spinto il leggendario Churchill Downs a Louisville, nel Kentucky, a sospendere le sue operazioni di corsa a partire dal 7 giugno.

La sospensione continuerà per tutto il programma degli incontri primaverili. Secondo un comunicato di Runner’s World.

Nell’ultimo mese, 12 cavalli sono morti nella casa del Kentucky Derby.

“Quello che è successo sulla nostra pista è profondamente triste e assolutamente inaccettabile”, ha dichiarato Bill Carstangen, CEO di Churchill Towns Incorporated in una nota. “Nonostante i nostri migliori sforzi per identificare la causa dei recenti infortuni ai cavalli, non ci sono problemi legati alle nostre superfici di gara o all’ambiente a Churchill Downs, ma ci vorrà più tempo per rivedere tutto da cima a fondo. I dettagli e le circostanze aiuteranno rafforziamo ulteriormente i nostri protocolli di affioramento, sicurezza e integrità.

La situazione ricorda un programma simile al Santa Anita Park vicino a Los Angeles, che è stato chiuso a tempo indeterminato dopo la morte di 21 cavalli in 10 settimane nella leggendaria arena della California meridionale, chiudendo la struttura per più di un anno prima di riaprire nel 2021.

Nel suo comunicato, Churchill Downs ha affermato che la Kentucky Horse Racing Commission e la Horse Racing Integrity and Safety Commission hanno stabilito che “nessun singolo fattore è stato identificato come causa probabile e non è stato trovato alcun modello chiaro per collegare le vittime”.

People for the Ethical Treatment of Animals ha chiesto la chiusura di Churchill Downs, definendo la struttura un “terreno di sterminio”.

READ  Per la prima volta è trapelato un Pixel Fold nella vita reale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *