News / Pesca-sub

Pesca sub apnea – Nuovi itinerari


I nuovi itinereari di pesca sub riservano sempre grandi emozioni ma ci impongono domande sul tipo di attrezzatura e sull'impostazione della battuta di pesca subacquea.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono Voti)
Loading...

Quando arriverete sul posto osservate attentamente la costa e considerate che ciò che state vedendo è il proseguimento della costa sommersa, questo vi aiuterà nel comprendere il fondale. Se sulla costa sono presenti dei promontori con molta probabilità anche la parte sommersa sarà scoscesa ed il fondale scenderà repentinamente a quote profonde, se a vi trovate in una zona di spiagge anche i fondali saranno sabbiosi e più dolci nell’aumento delle profondità.

Generalmente le zone con fondali misti sono quelle che più probabilmente daranno soddisfazione e potranno darvi possibilità di cattura. Da riva si possono identificare con coste basse e frastagliate.

Se le vostre condizioni fisiche e la vostra esperienza e capacità tecnica ve lo permettono, le zone più profonde identificabili da promontori sulla costa potranno regalarvi emozioni, le pareti rocciose a spacco potranno essere ricche di tane o di pesce libero, ma le profondità operative e le difficoltà tecniche di queste zone non sono certo adatte ai principianti.

Una volta in acqua dovrete valutare la corrente e l’esposizione della zona al sole. Se la corrente proviene dal mare aperto, la visibilità può essere ridotta e afrronterete una battuta di pesca in basso fondale, se la corrente arriva dalla costa dovrete spingervi più a fondo per vedere prede interessanti.

MODELLO SCI

VALUTAZIONE Neveclub

PREZZO

Sci FISCHER - RC4 The Curv Ti AR - 2017★★★★Prezzo Amazon
Scarpe LA SPORTIVA Uomo - Sneakers★★★★Prezzo Amazon
Scarpe Salomon Speedcross 4 per Trail Running Uomo★★★★

Prezzo Amazon
The North Face Bones, Berretto Uomo, Nero/TNF Nero, Taglia unica ★★★

Prezzo Amazon
Cressi Cernia Giacca in Neoprene - Pesca Sub★★★

Prezzo Amazon

Programmate la vostra immersione in funzione della vostra preparazione atletica, se vi immergete saltuariamente non rischiate con prestazioni al limite delle vostre possibilità.

I meno esperti, soprattutto in una zona non conosciuta, dove non si conosce l’andamento delle correnti, entreranno in acqua solamente in condizione di mare calmo, mentre i più esperti con preparazione atletica adeguata, potranno tentare catture anche con mare “spumegginate” qualche bella preda operando nel sottocosta, come spigole occhiate, salpe ed orate. Considerate che il vento influirà sulle correnti marine e potrà variare le condizioni ondose del mare.

 

Quando ci si addentra nella perlustrazione e pesca di una nuova zona consigliamo un fucile subacqueo medio-lungo (90cm) che potrà essere adatto anche a tiri lunghi e sarà operativo anche in scarsa visibilità. Questa lunghezza consente comunque un buon brandeggio ed una buona maneggevolezza.

La piombatura sarà leggera e equilibrata per una pesca in basso fondale, tuttavia se le condizioni meteomarine lo consentiranno (ma prima di tutto la vs. preparazione) potrete aumentare la zavorra in modo da essere equilibrati a profondità maggiori.

La tecnica di pesca sub che meglio si addice ad una zona sconosciuta è quella mista. Il razzolo ad esmpio consentirà di adattare agguati ed aspetti adattati alle condizioni del fondale ed alle posizioni delle prede.

In sintesi cercate di iniziare la battutta di pesca in una nuova zona, già da terra analizzando la costa, i venti e le condizioni meteo, programmate una sorta di itinerario preventivo ed adattate la vostra attrezzatura. Questo permetterà un miglior risultato nell’azione di pesca subacquea e consentirà un maggior numero di catture.