Gli studi di Hollywood negoziano per evitare lo sciopero degli attori – DW – 13/07/2023

maggiore di Hollywood Immagine E mercoledì studi televisivi e mediatori erano in trattative dell’ultimo minuto Evita un secondo sciopero industriale.

Il più grande sindacato di Hollywood SAG-AFTRA, comunemente noto come Screen Actors Guild, ha autorizzato uno sciopero se non si raggiunge un accordo nei colloqui a Los Angeles entro mezzanotte (07:00 giovedì GMT/UTC).

Star di prim’ordine tra cui Jennifer Lawrence e Meryl Streep hanno prestato il loro sostegno all’azione sindacale. Se lo sciopero continua, le star non potranno promuovere nuove uscite o partecipare a eventi del settore come il Comic-Con la prossima settimana.

Il sindacato rappresenta circa 160.000 attori, presentatori televisivi e radiofonici e altri professionisti dei media.

Gli scrittori marciano ormai da due mesi con il sostegno del sindacato degli attoriFoto: Robert Hanashiro/USA TODAY/Image Alliance

Quali sono le richieste del sindacato?

SAG-AFTRA chiede compensi più elevati dai servizi di streaming e salari più alti per contrastare l’inflazione.

Oltre a uno stipendio durante il lavoro, gli attori guadagnano un “residuo” ogni volta che una produzione in cui recitano viene trasmessa in rete o via cavo.

Tuttavia, i servizi di streaming come Netflix e Disney+ non rilasciano cifre di visualizzazione e pagano gli attori allo stesso modo indipendentemente dal pubblico.

Inoltre, il sindacato chiede accordi di sicurezza intorno alle aree circostanti Applicazione dell’Intelligenza Artificiale (AI).. Gli attori devono impegnarsi a non utilizzare le loro immagini digitali senza il loro permesso.

Cosa è successo finora nelle trattative?

Martedì, i negoziatori sindacali hanno acconsentito alla richiesta dello studio di coinvolgere un mediatore federale.

SAG-AFTRA ha affermato che i rappresentanti dello studio “hanno abusato della nostra fiducia” facendo trapelare informazioni ai media e che non ci sarebbero state modifiche alla scadenza del mercoledì sera che ha provocato lo sciopero.

“Non crediamo che i datori di lavoro abbiano alcuna intenzione di negoziare un accordo”, ha affermato il sindacato in una dichiarazione martedì scorso. “Il tempo sta finendo.”

READ  Notizie sulla guerra Russia-Ucraina: le interruzioni a livello nazionale continuano dopo una raffica di attacchi

Un “doppio sciopero” potrebbe fermare quasi tutta la produzione

Lo sciopero minacciato da SAG-AFTRA segue un’analoga azione del principale sindacato degli scrittori del settore.

All’inizio di maggio c’erano circa 11.500 membri La Writers Guild of America (WGA) ha scioperato.

Ciò ha influenzato gran parte della produzione per la stagione televisiva autunnale e le riprese di alcuni film ad alto budget.

L’Alleanza dei produttori cinematografici e televisivi (AMPTP) ha affermato di aver offerto aumenti salariali “generosi”, ma non ha potuto accettare tutte le richieste.

Se SAG-AFTRA annuncia uno sciopero, porterà a un “doppio sciopero” che non si vedeva a Hollywood dagli anni ’60 e chiuderebbe la maggior parte delle produzioni cinematografiche e televisive americane.

sdi/msh (Reuters, AFP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *