La corte d'appello ritarda la condanna di Trump per frode civile durante il processo segreto

12:27 ET, 25 marzo 2024

Trump afferma che emetterà un bond da 175 milioni di dollari entro 10 giorni

L'ex presidente Donald Trump è tornato in tribunale a New York lunedì 25 marzo, dopo una pausa nell'udienza preliminare.

Mary Altafer/Pool/Reuters

Donald Trump ha elogiato la sentenza della corte d'appello che ha ridotto l'importo richiesto a 175 milioni di dollari, dandogli altri 10 giorni per versare la sua cauzione mentre l'ex presidente fa appello contro una condanna per frode civile contro di lui.

Al di fuori della sua udienza privata a New York, Trump ha commentato la sentenza, affermando di rispettare la decisione della corte “in larga misura”.

L'ex presidente ha detto che avrebbe rilasciato i 175 milioni di dollari “molto rapidamente entro 10 giorni in contanti, obbligazioni, garanzie o altro”.

Trump ha anche attaccato il giudice Arthur Engron, che ha stabilito che l’ex presidente dovrà pagare l’intera sentenza di 464 milioni di dollari nel caso di frode civile.

“Quello che ha fatto è stato una vergogna e non avrebbe mai dovuto essere permesso. Lo Stato di New York ha sofferto a causa della sua decisione”, ha detto Trump. “Il giudice Ngoron è una vergogna per questo paese”, ha detto.

Un giornalista ha chiesto quale sarebbe la cauzione di Trump.

Christina Scuglia e Nikki Brown della CNN hanno segnalato per questo post.

READ  Kevin Hart riceve il Premio Mark Twain per l'umorismo americano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *