Tempesta tropicale Cindy: ultime tracce e modelli

Domenica mattina, la tempesta tropicale Cindy ha iniziato a indebolirsi continuando a spostarsi verso nord-ovest. Secondo il National Hurricane Center, Cindy si sta ora spostando in un ambiente meno favorevole per un ulteriore sviluppo. La tempesta si trovava a circa 370 miglia a nord-est delle Piccole Antille. e venti massimi di 45 mph. Cindy si stava muovendo a nord-ovest a 16 mph. “Un movimento verso nord-ovest con una graduale diminuzione della velocità di avanzamento è previsto nel prossimo giorno o giù di lì”, ha detto l’NHC. “L’indebolimento è previsto nelle prossime 24-36 ore e Cindy dovrebbe degenerare in un’area di bassa pressione entro lunedì notte”. Correlati: Tempesta tropicale BretCorrelati: WESH 2 Hurricane Survival Guide 2023Correlati: WESH 2 2023 La stagione degli uragani è sulla scia della tempesta tropicale Bret. I meteorologi affermano che è la prima volta da quando sono iniziate le registrazioni nel 1851 che due tempeste si sono verificate nell’Atlantico tropicale a giugno. Questo evento storico segna un inizio precoce e aggressivo della stagione degli uragani atlantici, iniziata il 1° giugno. – da agosto a metà ottobre. Alcuni meteorologi hanno incolpato temperature oceaniche insolitamente elevate per questo raro sviluppo. “L’Atlantico è molto caldo quest’anno”, ha detto Kerry Emanuel, meteorologo del Massachusetts Institute of Technology, che afferma che è il risultato del riscaldamento globale, della variabilità naturale e di parte del riscaldamento dell’oceano. L’inquinamento da aerosol di solfato freddo si sta riprendendo da decenni fa. Mentre gli studi dimostrano che un mondo più caldo sta creando uragani più umidi e più intensi, gli scienziati stanno ancora cercando di capire quante tempeste sta creando il cambiamento climatico. A causa delle tempeste più precoci e di inizio stagione, il National Hurricane Center ha iniziato a emettere avvisi all’inizio dell’anno e gli esperti hanno recentemente discusso l’idea di annunciare prima l’inizio della stagione degli uragani. L’Associated Press ha contribuito a questo articolo.

READ  Activision Blizzard: il Regno Unito blocca l'acquisizione da parte di Microsoft di uno dei maggiori sviluppatori di videogiochi al mondo

Domenica mattina, la tempesta tropicale Cindy ha iniziato a indebolirsi mentre continuava a spostarsi verso nord-ovest.

Secondo il National Hurricane Center, Cindy si sta ora spostando in un ambiente con condizioni meno favorevoli per un ulteriore sviluppo.

La tempesta si trovava a 370 miglia a nord-est delle Piccole Antille e aveva venti massimi sostenuti di 45 mph. Cindy si stava muovendo a nord-ovest a 16 mph.

“Un movimento verso nord-ovest con una graduale diminuzione della velocità di avanzamento è previsto nel prossimo giorno o giù di lì”, ha detto l’NHC. “Si prevede che si indebolirà nelle prossime 24-36 ore e Cindy dovrebbe degenerare in un’area di bassa pressione entro lunedì notte”.

Imparentato: Tempesta tropicale Brett

Imparentato: WESH 2 Guida di sopravvivenza agli uragani 2023

Imparentato: WESH 2 2023 Previsioni per la stagione degli uragani

La tempesta tropicale Cindy è alle calcagna di Bret. I meteorologi affermano che è la prima volta da quando sono iniziate le registrazioni nel 1851 che ci sono state due tempeste nell’Atlantico tropicale a giugno.

L’evento storico segna un inizio precoce e aggressivo della stagione degli uragani atlantici, iniziata il 1° giugno e tipicamente con picchi da metà agosto a metà ottobre. Alcuni meteorologi hanno accusato le temperature oceaniche insolitamente alte per il raro sviluppo.

“L’Atlantico è molto caldo quest’anno”, ha detto Kerry Emanuel, meteorologo del Massachusetts Institute of Technology, che afferma che è in parte dovuto al riscaldamento globale, alla variabilità naturale e al recupero dell’oceano dall’inquinamento da aerosol di solfato freddo decenni fa.

Gli studi dimostrano che un mondo più caldo sta creando uragani più umidi e più intensi e gli scienziati stanno ancora cercando di capire se il cambiamento climatico sta cambiando il numero di tempeste che si formano. A causa delle tempeste più precoci e di inizio stagione, il National Hurricane Center ha iniziato a emettere avvisi all’inizio dell’anno e gli esperti hanno recentemente discusso l’idea di annunciare prima l’inizio della stagione degli uragani.

READ  Urano "non è mai stato così bello" nella spettacolare immagine del Web Telescope - Ars Technica

L’Associated Press ha contribuito a questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *