Milan Kundera, autore del libro “L’insostenibile leggerezza dell’essere”, si è spento all’età di 94 anni.

PRAGA, 12 luglio (Reuters) – Milan Kundera, l’autore ceco del romanzo “L’insostenibile leggerezza dell’essere” che ha vissuto a Parigi per quasi cinquant’anni dopo un disilluso esilio dalla sua patria governata dai comunisti, è morto alla sua età. 94.

La Moravian Library (MZK) nella città ceca di Brno, che ospita le collezioni personali di Kundera, ha dichiarato che è morto martedì nel suo appartamento parigino dopo una lunga malattia.

Kundera ha ottenuto il plauso universale per il modo in cui ritrae temi e personaggi che fluttuano tra la realtà mondana della vita quotidiana e il mondo degli alti ideali.

Il primo ministro ceco Petr Fiala ha affermato che le sue opere “hanno raggiunto un’intera generazione di lettori in tutti i continenti”, mentre il presidente Petr Pavel lo ha definito uno “scrittore di livello mondiale”.

“Con il suo destino nella vita, ha simboleggiato la storia movimentata del nostro paese nel 20° secolo”, ha detto Pavel. “L’eredità di Kundera vivrà nelle sue opere”.

Il primo ministro francese Elisabeth Borne ha detto che Kundera era “uno scrittore e una voce che ci mancherà”.

“Il lavoro di Milan Kundera è allo stesso tempo profondo, umano, intimo e di vasta portata”, ha affermato.

Kundera è nato a Brno nel 1929, ma si è trasferito in Francia nel 1975 dopo essere stato esiliato per aver criticato l’invasione sovietica della Cecoslovacchia comunista nel 1968, che ha schiacciato il movimento di riforma liberale della Primavera di Praga.

Raramente rilasciava interviste, credeva che gli scrittori dovessero parlare attraverso le loro opere e viveva lontano dagli occhi del pubblico.

READ  Incidente barca in Grecia: 100 bambini intrappolati su barca capovolta - denuncia

Il collega scrittore ceco Karel Hvistala ha detto alla televisione ceca di aver visto il suo amico lo scorso novembre e che era già malato.

“Ricordo che c’era solo un libro, ‘The Plague’ di Albert Camus, nel suo letto d’ospedale a casa”, ha detto.

“Sottili contraddizioni”

Il primo romanzo di Kundera, “The Joke”, è stato pubblicato nel 1967 e ha offerto un duro ritratto del regime comunista cecoslovacco e del partito al governo, di cui era ancora membro.

Alla fine rinunciò alla speranza di riformare il partito in senso democratico e si trasferì in Francia. Quattro anni dopo, è stato privato della cittadinanza cecoslovacca.

Nel 1976 disse al quotidiano francese Le Monde che definire politiche le sue opere era un’esagerazione e quindi oscurava il loro vero significato, ma i suoi libri spesso assumevano un tono politico.

“The Book of Laughter and Forgetting” (1979) è una storia scritta in sette parti che mostra il potere dei regimi totalitari di cancellare parti della storia e creare un passato alternativo – qualcosa che il New York Times ha definito “genio” nella sua recensione. .

Il suo libro più noto, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” (1984), si concentra sulla Primavera di Praga e sulla sua tumultuosa fine, con i cechi senza speranza di ritirarsi dalla morsa del totalitarismo o di emigrare in Occidente.

È stato trasformato in un film interpretato da Daniel Day-Lewis e Juliette Binoche e diretto da Philip Kaufman nel 1988, ottenendo due nomination all’Oscar.

Il professore dell’Università di Oxford Timothy Gordon Ash, scrittore e storico che si concentra sull’Europa centrale, ha affermato che Kundera “ha fatto molto per iniettare l’idea e la cultura dell’Europa centrale nell’immaginazione del mondo”.

READ  Fonti affermano che la valutazione del Covid-19 trapelata da un laboratorio cinese è un punto di vista minoritario nella comunità dell'intelligence statunitense

Kundera una volta disse a un intervistatore che si considerava più francese che immigrato. In seguito ha scritto romanzi in francese.

Nel denunciare la sua morte, Le Monde lo ha definito “un instancabile difensore del romanzo”.

“Indubbiamente il più europeo degli scrittori, ha personificato le sottili differenze del nostro mondo”, ha dichiarato il sindaco di Parigi Anne Hidalgo.

Dopo la Rivoluzione di Velluto del 1989, che rovesciò pacificamente il regime comunista della Cecoslovacchia e inaugurò una democrazia filo-occidentale, Kundera andò raramente a casa, ma visitò tranquillamente amici e familiari.

Ha riacquistato la cittadinanza ceca nel 2019.

reportage di John Lopatka e Robert Muller a Praga e di Elisabeth Pino e Tassilo Hummel a Parigi; Scritto da Michael Kahn e Jason Howett; Montaggio di Toby Chopra, Kevin Liffey, Mark Heinrich e Nick MacPhee

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *