Biden ha criticato la sentenza della Corte Suprema sull’azione affermativa

Il presidente Biden ha dichiarato giovedì che la Corte Suprema “non è un tribunale ordinario”, fornendo una valutazione insolitamente critica di un altro ramo del governo poco dopo che la maggioranza conservatrice della corte ha posto fine a quasi mezzo secolo di azione affermativa sulle ammissioni al college.

In brevi commenti alla Casa Bianca dopo la sentenza 6 contro 3, i tre giudici liberali della corte hanno espresso dissensi aspri, Mr.

“Perché la verità è che lo sappiamo tutti: c’è ancora discriminazione in America”, ha detto Mr. Biden ha detto ai giornalisti nella Roosevelt Room. “C’è ancora discriminazione in America. C’è ancora discriminazione in America. La decisione di oggi non cambierà questo. Questo è un dato di fatto.

Mentre partiva per una gita di un giorno a New York City, un giornalista ha chiesto se la decisione dovrebbe indurre le persone a mettere in dubbio l’equità del tribunale, quindi ha chiesto: “È un tribunale canaglia?”

Sig. Biden si è fermato a metà strada e ha riflettuto per un momento prima di dire: “Questo non è un tribunale ordinario”.

I presidenti spesso non sono d’accordo con le decisioni della Corte Suprema, a volte con veemenza. Nel 2010, il presidente Barack Obama ha rimproverato i giudici – che sedevano davanti a lui durante il suo primo discorso sullo stato dell’Unione – per la loro decisione di eliminare i limiti della campagna aziendale.

Ma raramente i presidenti mettono in discussione le motivazioni dei giudici o la loro qualità sottostante. Il signor ha detto che la corte non era “normale”. Poche ore dopo il commento di Biden, lo ha spiegato Nicole Wallace durante un’intervista a “Deadline White House” di MSNBC.

READ  Cosa sapere sulla corrispondente della NBC Kristen Welker che sostituisce Chuck Todd in "Meet the Press"

Il Presidente ha detto che qui si riferiva al fatto che gli attuali giudici dei tribunali sono più disposti del solito a infrangere i precedenti stabiliti dai precedenti giudici.

“Ha fatto di più per svelare i diritti fondamentali e le decisioni fondamentali di qualsiasi altro tribunale nella storia recente”, ha affermato il sig. Biden ha detto. “Guarda come si è pronunciato su molte questioni che sono state precedenti per 50, 60 anni. È quello che ho detto, non è normale.

Durante l’intervista il sig. Biden ha respinto l’idea di ampliare la Corte Suprema nel tentativo di liberalizzarla – cosa che alcuni democratici lo hanno esortato a perseguire – in risposta alle recenti sentenze della corte.

“Se iniziamo a cercare di espandere il tribunale, lo politicizzeremo in modo malsano per sempre, e non puoi tornare indietro”, ha detto il signor. Biden ha detto alla signora Wallace.

Ma non si è tirato indietro dalle sue precedenti critiche alla decisione. Ha rifiutato di dire che la corte era “antidemocratica”, ma ha affermato che “il suo sistema di valori è diverso, il suo rispetto per le istituzioni è diverso”.

I funzionari della Casa Bianca hanno affermato che i commenti rapidi e aggressivi del presidente dopo che la corte ha respinto l’azione affermativa sono stati il ​​culmine di mesi di discussioni a porte chiuse in preparazione della sentenza.

Sig. I consiglieri di Biden hanno trascorso mesi incontrando gruppi per i diritti civili, università e studi legali per delineare cosa accadrebbe se il tribunale ponesse fine all’uso della razza nelle decisioni di ammissione. I migliori consiglieri di politica interna del presidente hanno lavorato con le loro controparti del Dipartimento dell’Istruzione e del Dipartimento della Giustizia per delineare una risposta.

READ  Gina Miles di Sacramento è pronta ad apprendere i risultati delle finali di "The Voice".

Inizialmente, consisteva principalmente in due parti. Il presidente ha innanzitutto descritto i guadagni illeciti dei ricchi e dei potenti rispetto agli interessi dei poveri e della classe media: una critica che si adatta al tipo di politica che ha cercato di coltivare per quasi mezzo secolo nella vita pubblica.

“Oggi, per molte scuole, gli unici beneficiari di questo sistema sono i ricchi e ben collegati”, ha detto. “Le probabilità sono state a lungo accumulate contro i lavoratori”.

Sig. Biden in seguito ha promesso ai college e alle università una guida su come cercare la diversità. Ha esortato i college e le università a continuare a impegnarsi per raggiungere la diversità nei loro campus, tenendo conto delle difficoltà che i loro candidati devono affrontare nella loro carriera.

“Quello che sto proponendo di prendere in considerazione è un nuovo standard per i college per tenere conto delle difficoltà che uno studente ha superato durante la selezione dei candidati meritevoli”, ha affermato.

Sig. Biden ha affermato che “gli studenti devono prima essere candidati qualificati”, ma “una volta superato il test, è necessario considerare le difficoltà, comprese le esigenze finanziarie di uno studente”.

“Un ragazzo che ha affrontato sfide difficili ha mostrato più resilienza e più determinazione, e questo dovrebbe essere un fattore di cui le università tengono conto”, ha detto.

I funzionari della Casa Bianca hanno affermato che il dipartimento dell’Istruzione ospiterà un “vertice nazionale” il mese prossimo sulla diversità nelle iscrizioni all’università. e il sig. Giovedì Biden ha invitato i leader dell’istruzione superiore a considerare i percorsi finanziari, in cui uno studente è cresciuto e le esperienze personali quando si sceglie da un pool di candidati già qualificati.

READ  Il turista che ha vandalizzato il Colosseo dice che non sapeva che fosse così vecchio

Sig. La proposta di Biden è simile ai metodi di ammissione già utilizzati all’Università della California, Davis, School of Medicine e altrove. Davis è diventata con successo una delle scuole di medicina più diversificate del paese utilizzando un sistema chiamato “Indice di diversità socioeconomica”.

In un’intervista alla MSNBC, Mr. Biden ha affrontato anche molti altri argomenti.

L’ex presidente Donald J. Ha rifiutato di commentare i casi che coinvolgono Trump, affermando di aver promesso di non interferire in alcun modo con i procedimenti giudiziari.

“Nemmeno una volta, nemmeno una volta, ho parlato con il procuratore generale riguardo a un caso particolare. Non una volta”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *