Salvare banche fallite è costato 22 miliardi di dollari. Chi dovrebbe pagarlo? : NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA

Viene visualizzato un cartello per l’Independence Bank a Columbia Falls, nel Montana. Il prestatore di comunità è stato fondato più di due decenni fa e ha ampliato la propria attività rivolgendosi alla popolazione locale. Il suo amministratore delegato, Dan Bennett, afferma che non dovrebbero essere coinvolti nel recupero del costo del salvataggio di due banche fallite.

Per gentile concessione di Don Bennett


Nascondi titolo

Cambia il titolo

Per gentile concessione di Don Bennett

Viene visualizzato un cartello per l’Independence Bank a Columbia Falls, nel Montana. Il prestatore di comunità è stato fondato più di due decenni fa e ha ampliato la propria attività rivolgendosi alla popolazione locale. Il suo amministratore delegato, Dan Bennett, afferma che non dovrebbero essere coinvolti nel recupero del costo del salvataggio di due banche fallite.

Per gentile concessione di Don Bennett

Freedom Bank è stata fondata due decenni fa nella Flathead Valley del Montana, un’area lontana dalla Silicon Valley nota per la pesca a mosca e il rafting.

L’istituto di credito comunitario ha costruito la propria attività rivolgendosi alle popolazioni locali, offrendo un mix di mutui, prestiti auto e prestiti commerciali dalla sua base nella cittadina di Columbia Falls.

È un modello di business molto diverso rispetto alla Silicon Valley Bank, che è cresciuta in modo aggressivo concentrandosi sugli imprenditori tecnologici. Il bilancio di Freedom si misura in milioni, non in miliardi di dollari.

Tuttavia, Liberty Bank e altre banche comunitarie sono ora preoccupate di aiutare la Silicon Valley e la Signature Bank con sede a New York a riprendersi, dopo che le autorità di regolamentazione il mese scorso hanno compiuto il passo senza precedenti di congelare tutti i depositi presso entrambi gli istituti di credito.

È stata una mossa che ha contribuito a stabilizzare il settore bancario, ma ha avuto un prezzo elevato: 22 miliardi di dollari.

La Federal Deposit Insurance Corp. (FDIC) deve ora recuperare tale costo. Prevede di imporre una “valutazione speciale” alle banche, ma deve ancora decidere quali istituti di credito dovranno pagare il prelievo.

Dan Bennett, CEO di Freedom Bank, è fermamente convinto che la sua banca non debba essere scoperta.

READ  Il gran giurì della Florida ascolta la testimonianza nel caso dei documenti riservati di Trump

“Non credo che le banche comunitarie debbano pagare il prezzo del disastro”, sostiene Bennett. Perché non c’entriamo niente.

Un modello di business conservativo

Bennett ha fondato Freedom Bank nel 2005 nel suo seminterrato. Presto lo trasformò in una roulotte e, successivamente, in un grande edificio in centro, non lontano dal fiume Flathead.

Independence Bank è cresciuta, ma il suo modello di business non è cambiato molto. Bennett afferma che le decisioni sono guidate dal “buon senso”.

“Siamo una parte importante della nostra comunità e stiamo andando bene”, dice. “Mi piace essere sicuro e fluido.”

A differenza di molti altri istituti di credito, tra cui la Silicon Valley Bank e la Signature Bank, la Freedom Bank non viene caricata sui titoli di stato statunitensi quando i tassi di interesse sono bassi. Quegli investimenti hanno perso valore con l’aumento dei tassi di interesse, e questo è stato uno dei motivi principali per cui quelle due banche hanno fallito.

“Non abbiamo perdite nel nostro portafoglio”, afferma Bennett.

Don Bennett, fondatore e CEO di Freedom Bank a Columbia Falls, nel Montana, si trova davanti al suo mutuatario. Bennett ha fondato la banca nel suo seminterrato e l’ha ampliata nel corso degli anni.

Per gentile concessione di Don Bennett


Nascondi titolo

Cambia il titolo

Per gentile concessione di Don Bennett

Don Bennett, fondatore e CEO di Freedom Bank a Columbia Falls, nel Montana, si trova davanti al suo mutuatario. Bennett ha fondato la banca nel suo seminterrato e l’ha ampliata nel corso degli anni.

Per gentile concessione di Don Bennett

Altri istituti di credito più piccoli si oppongono al pagamento per il recupero

Le banche comunitarie vedono questo come un problema fondamentale di equità.

Con l’attuale sistema del paese, le banche versano nel fondo di deposito della FDIC, che assicura tutti i depositi fino a $ 250.000.

Ma quando hanno salvato la Silicon Valley Bank e la Signature Bank, le autorità di regolamentazione hanno deciso di attingere a quei fondi, anche se la maggior parte dei depositi presso entrambi gli istituti di credito era superiore a tale limite e quindi non avrebbe dovuto essere assicurata dal programma FDIC.

READ  Funzionari occidentali affermano che il sostegno della Cina alla Russia sta minando il piano di "pace" dell'Ucraina

Prendi le rive dei Three Rivers del Montana, a circa 20 miglia dalle Columbia Falls a Kalispell.

Community Bank fornisce alla FDIC oltre $ 130.000 di assicurazione sui depositi ogni anno e il CEO A.J.

“Per le dimensioni della nostra banca, è una spesa enorme”, afferma. “Quello è lo stipendio di un prestatore commerciale.”

Come Bennett, King afferma che la sua banca era gestita in modo responsabile. Ha circa 300 milioni di dollari di attività, un forte portafoglio di prestiti alle imprese locali, inclusi taglialegna e concessionari nel vicino Glacier National Park.

“Eravamo completamente ingenui al riguardo, e ora stanno dicendo: ‘Okay, banche. Dovrai pagare per questo'”, dice. “Non credo che dovremmo essere ritenuti responsabili di ciò che hanno fatto altre banche”.

AJ King, CEO di Three Rivers Bank a Kalispell, nel Montana, è seduto nel suo ufficio. King afferma che la sua banca non dovrà pagare per la cattiva gestione della Silicon Valley Bank e della Signature Bank.

Per gentile concessione di AJ Raja


Nascondi titolo

Cambia il titolo

Per gentile concessione di AJ Raja

AJ King, CEO di Three Rivers Bank a Kalispell, nel Montana, è seduto nel suo ufficio. King afferma che la sua banca non dovrà pagare per la cattiva gestione della Silicon Valley Bank e della Signature Bank.

Per gentile concessione di AJ Raja

Esonero delle Banche Comunitarie da ogni onere speciale

I legislatori dicono anche che stanno ascoltando i reclami delle banche della comunità.

Sen., un repubblicano del Montana, dove si trovano sia la Freedom Bank che la Three Rivers Bank. Steve Daines ha espresso le sue preoccupazioni in una recente audizione al Senato con i principali regolatori, tra cui il presidente della FDIC Martin Grunberg.

“Stiamo affrontando una situazione in cui le banche responsabili nel mio stato d’origine, il Montana e altrove, dovranno salvare banche offshore irresponsabili con miliardi di dollari in più”, ha affermato Daines. .

Grunberg non ha preso un impegno fermo, ma ha simpatizzato.

“Saremo molto sensibili all’impatto sulle banche comunitarie senza prevedere cosa voterà il nostro consiglio”, ha detto ai legislatori il presidente della FDIC.

La Casa Bianca ha affermato di sostenere le esenzioni per le piccole banche comunitarie, anche se alla fine sarà una decisione che dovrà prendere la FDIC. Il regolatore ha dichiarato che pubblicherà la sua proposta per una valutazione speciale a maggio.

Potrebbero arrivare ulteriori restrizioni

Anche se la FDIC decidesse di esentare le banche comunitarie dal pagamento delle commissioni, istituti di credito più piccoli come Independence Bank e Three Rivers Bank potrebbero subire danni a lungo termine dalla crisi bancaria del mese scorso.

Molte banche più piccole hanno visto i clienti trasferire denaro a istituti di credito più grandi e si stanno preparando per una maggiore regolamentazione delle loro attività.

Ad esempio, la Federal Reserve sta valutando la possibilità di aumentare il numero di banche sottoposte a stress test, anche se esenterebbe i prestatori più piccoli.

Nel frattempo, la Casa Bianca ha chiesto al Congresso di dare alle autorità di regolamentazione il potere di recuperare i risarcimenti dai dirigenti delle banche che falliscono a causa di “cattiva gestione e assunzione di rischi eccessivi”.

Uno stormo di gru sandhill che volano a Kalispell, Montana, sulle rive di Three Rivers nel Montana.

Gruppo Avalon/Universal Images tramite Getty


Nascondi titolo

Cambia il titolo

Gruppo Avalon/Universal Images tramite Getty

Uno stormo di gru sandhill che volano a Kalispell, Montana, sulle rive di Three Rivers nel Montana.

Gruppo Avalon/Universal Images tramite Getty

La Three Rivers Bank ha più di 50 dipendenti, molti dei quali sono stati assunti esclusivamente per rispettare le regole attuali, afferma King.

“La metà di loro non parla mai con un cliente”, dice. “È tutto a causa della regolamentazione.”

King è un banchiere da 37 anni e dice che non è così divertente come una volta.

Ora, con eventi a centinaia di chilometri di distanza, teme che diventerà ancora meno divertente.

“Te lo dirò”, dice. “Oggigiorno è molto difficile essere una piccola banca comunitaria indipendente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *