Schema di margine delle azioni prima dell’inflazione: i mercati si concludono

(Bloomberg) – Il trading azionario globale è stato disattivato mentre gli investitori attendevano i dati sull’inflazione degli Stati Uniti che potrebbero far luce sulla prossima mossa politica della Federal Reserve.

I più letti da Bloomberg

L’S&P 500 si contrae al rialzo in un intervallo ristretto insieme alle azioni europee mentre gli investitori sono messi da parte prima di un rapporto che potrebbe innescare nuova volatilità. I rendimenti dei Treasury a due anni sono saliti oltre il 4%, mentre il dollaro è stato ampiamente inferiore.

L’inflazione core statunitense dovrebbe diminuire, con previsioni chiave in calo su base mensile e annuale, a sostegno delle aspettative del mercato secondo cui la banca centrale offrirà un ulteriore rialzo dei tassi prima di una pausa e di un ritorno alla politica accomodante nella seconda metà dell’anno. .

È un delicato atto di bilanciamento per i funzionari delle banche centrali che si destreggiano tra la necessità di controllare l’iperinflazione e stabilizzare le banche in difficoltà.

“I mercati hanno recentemente assunto l’opinione che la banca centrale debba garantire la stabilità del sistema finanziario, il che significa allentare gli aumenti dei tassi che potrebbero far crollare l’economia”, ha dichiarato Russ Mold, direttore degli investimenti di AJ Bell. banca.”

Il messaggio dei funzionari della banca centrale è stato contrastante. Il presidente della Fed di Chicago Austin Goolsbee martedì ha sostenuto che la banca centrale dovrebbe esercitare “prudenza e pazienza”, mentre il presidente della Fed di New York John Williams ha affermato che i funzionari hanno più lavoro da fare per affrontare l’inflazione.

I contratti swap hanno un prezzo di tre probabilità su quattro di un altro aumento di un quarto di punto della Fed il mese prossimo. Gli operatori prevedono che i tassi statunitensi raggiungeranno il picco del 5%, con i politici che taglieranno almeno 50 punti base entro la fine dell’anno.

READ  Princeton è arrivato quarto al numero 15 per entrare negli Sweet 16

Leggi anche: Anteprima negli Stati Uniti: stampa morbida dell’IPC di marzo per alimentare la corsa al taglio dei tassi della Fed

Il dollaro si è indebolito contro il suo gruppo di 10, mentre l’euro è avanzato per un secondo giorno. Lo yen e la sterlina britannica sono state le uniche valute principali a scendere contro il biglietto verde, che ha esteso la sua discesa per il quinto giorno consecutivo.

Altrove, il bitcoin è sceso sotto i 30.000 dollari dopo essere salito sopra quel livello per la prima volta in 10 mesi martedì. Il petrolio è rimasto piatto mentre i commercianti hanno monitorato i limiti di offerta e l’oro è salito.

Punti salienti di questa settimana:

  • Decisione sul tasso canadese, mercoledì

  • Verbali del FOMC USA, CPI, mercoledì

  • Thomas Parkin della Fed di Richmond parla mercoledì

  • Commercio cinese, giovedì

  • US PPI, Richieste di disoccupazione iniziali, giovedì

  • Vendite al dettaglio negli Stati Uniti, inventario delle merci, produzione industriale, sentimento dei consumatori dell’Università del Michigan, venerdì

  • Venerdì le principali banche statunitensi JP Morgan Chase, Wells Fargo e Citigroup riportano utili

Alcuni movimenti chiave nei mercati:

Azioni

  • I futures S&P 500 sono aumentati dello 0,1% alle 5:42 ora di New York

  • I futures Nasdaq 100 sono stati poco cambiati

  • I futures per la media industriale Dow Jones sono aumentati dello 0,2%

  • Lo Stoxx Europe 600 è salito dello 0,3%

  • L’indice MSCI World è stato leggermente modificato

Monete

  • Il Bloomberg Dollar Spot Index è stato leggermente modificato

  • L’euro è salito dello 0,1% a $ 1,0924

  • La sterlina britannica è stata leggermente modificata a $ 1,2416

  • Lo yen giapponese è stato poco variato a 133,77 per dollaro

READ  NPR taglierà circa 100 lavoratori in uno dei suoi più grandi licenziamenti

Criptovalute

  • Bitcoin è sceso dello 0,6% a $ 30.013,65

  • Ether è sceso dell’1,3% a 1.869,92$

Obbligazioni

  • Il rendimento dei Treasury a 10 anni è salito di un punto base al 3,44%

  • Il rendimento del decennale tedesco è salito di due punti base al 2,33%

  • Il rendimento a 10 anni della Gran Bretagna è leggermente cambiato al 3,54%

materiali

  • Il greggio West Texas Intermediate è salito dello 0,3% a 81,74 dollari al barile.

  • I futures sull’oro sono saliti dello 0,3% a 2.024,70 dollari l’oncia

Questa storia è stata prodotta con l’aiuto di Bloomberg Automation.

–Con l’aiuto di Tasia Sibahuder.

I più letti da Bloomberg Businessweek

©2023 Bloomberg LP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *