I Dodgers affrontano una battuta d’arresto dopo aver annullato l’invito alla Pride Night

I Los Angeles Dodgers stanno affrontando grosse critiche in vista della loro imminente Pride Night LGBTQ+, una celebrazione programmata di 10 anni di diversità e inclusione al Dodger Stadium il 16 giugno, per la decisione della squadra di staccare la spina.

Il club ha annunciato mercoledì che non lo onorerà più Sorelle dell’eterno piacere Con il suo premio Social Hero in una cerimonia pre-partita quella sera, l’ente di beneficenza, che utilizza umorismo e immagini religiose per attirare l’attenzione sull’intolleranza sessuale, ha effettivamente disinvitato le organizzazioni di protesta e spettacoli di strada.

La decisione è arrivata dopo che il senatore Marco Rubio, R-Florida, ha scritto una lettera alla Major League dopo l’intensa pressione delle organizzazioni cattoliche conservatrici, tra cui la Catholic League e il Catholic Vote, che hanno portato diversi gruppi a ritirarsi dall’evento. Il commissario del baseball Rob Manfred si è chiesto se l’aggiunta delle Sisters of Perpetual Indulgence sarebbe stata “inclusiva e accogliente per i cristiani”.

In Annunciano la loro decisione, i Dodgers hanno notato che LGBTQ+ Pride Night “è diventata una tradizione significativa che non solo mette in luce la diversità e la resilienza nella nostra base di fan, ma anche il lavoro di grande impatto dei gruppi della comunità queer”. Tuttavia, il gruppo ha aggiunto: “Dati i forti sentimenti di coloro che sono stati offesi dall’inclusione delle sorelle nella nostra serata, e nel tentativo di non sminuire i grandi benefici che abbiamo visto nel Pride Night nel corso degli anni, abbiamo deciso di rimuovili dall’albo d’onore quest’anno”.

Resta da vedere che forma assumerà l’evento alla luce delle uscite di vari gruppi.

Centro LGBT di Los Angeles Ha condannato la decisione dei Dodgers Giovedì, il gruppo ha invitato le Sisters of Perpetual Indulgence a cambiare posizione o annullare del tutto la Bright Night.

In parte, la dichiarazione del centro recita: “Fuori dallo stato, i Dodgers hanno aiutato le minoranze religiose a piegarsi alle pressioni dei fondamentalisti di destra e a perpetuare una falsa narrativa sulle persone LGBTQ+. Sono state alimentate con bugie sulle Suore della Perpetua Indulgenza e hanno contribuito alla campagna diffamatoria anti-LGBTQ in corso in questo paese.

Unione americana per le libertà civili della California meridionale È stato annunciato quel giorno Mercoledì sera, in solidarietà con le Suore della Perpetua Indulgenza, “Non parteciperemo a Bright Night”. L’organizzazione ha sottolineato che i Dodgers erano stati in precedenza “campioni dell’inclusione”, avendo infranto la linea di colore del baseball con Jackie Robinson nel 1947.

In un terzo duro colpo, LA Pride, organizzatori della LA Pride Parade and Festival, ha dichiarato giovedì sera che la loro organizzazione Non parteciperanno all’evento. Il gruppo, che afferma di aver organizzato la prima marcia al mondo autorizzata per i diritti dei gay nel 1970, si è detto “profondamente deluso” da quello che ha descritto come un partner di lunga data.

Le Sisters of Perpetual Indulgence sono state fondate nel 1979 a San Francisco. Secondo il sito web del gruppo, i suoi membri si dedicano al “servizio alla comunità, al ministero e alla sensibilizzazione degli emarginati e alla promozione dei diritti umani, della diversità e dell’illuminazione spirituale”. Il set utilizza “commedia e arguzia irriverente per esporre le forze del fanatismo, dell’autocompiacimento e del senso di colpa che incatenano l’anima umana”.

READ  Le modifiche di Twitter hanno immediatamente sostituito le interruzioni diffuse dopo l'acquisizione di Elon Musk

I membri del gruppo, che si descrivono come una “prima linea di suore queer e trans”, in genere indossano motivi religiosi simili alle abitudini delle suore.

La filiale di Los Angeles delle Sisters of Perpetual Indulgence, che da 27 anni serve attivamente la comunità LGBTQ della comunità, riceverà il premio dai Dodgers.

In Una dichiarazione che esprime delusione I Dodgers hanno “ceduto alle pressioni di individui al di fuori dello stato della California e al di fuori della nostra comunità” e “hanno scelto di allinearsi con noi nel nostro servizio al pubblico”, ha continuato il comitato. Dire:

“Siamo entrambi pazzi e seri. Usiamo la nostra carità e il nostro messaggio al servizio, che è ‘ogni persona ha un posto nel nostro mondo dove vivere così come è, senza vergogna o senso di colpa, con amore e gioia. Per conto proprio. ‘

“Vogliamo sottolineare che mentre la nostra comunità LGBTQIA è attualmente attaccata da un piccolo gruppo di estremisti nel tentativo di respingere il progresso sociale, sono una piccola minoranza e non rappresentano la maggioranza degli americani che vivono a sostegno di un paese . Pagina nel nostro grande crogiolo.”

Per i Dodgers, la Pride Night è diventata una parte crescente e indispensabile di ogni stagione. L’anno scorso, per la prima volta, i Dodgers hanno indossato cappellini personalizzati con logo color arcobaleno. Le notti della stagione.”

Burke era amico intimo di Tommy Lasorta Jr., anch’egli gay e morto nel 1991 per complicazioni dovute all’AIDS. I Dodgers si sono trasferiti per onorare Burke on Pride solo dopo la morte del manager della Hall of Fame della squadra, Tommy Lasorta, nel 2021. la notte Tuttavia, più di 40 familiari e amici di Burke si sono recati a Los Angeles per l’evento.

“Queste celebrazioni sono importanti”, ha dichiarato l’anno scorso al Times la superstar del tennis Billie Jean King, proprietaria della minoranza dei Dodgers e presidente onorario a vita della Elton John AIDS Foundation. “Per un momento, rallenti e pensi a ciò che viene celebrato, pensi al significato profondo e alla parte divertente.

“C’è molto da festeggiare. Ma dobbiamo anche essere molto vigili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *